CARO ROGER TI ASPETTIAMO A ROMA!

Caro Roger,

mentre ti stai riprendendo dopo la delusione (ma poi è stata davvero tale?) di Melbourne e stai riflettendo sul tuo futuro prossimo, noi degli Internazionali BNL d’Italia nutriamo una grande speranza che ti vogliamo comunicare: che tu decida, nel corso di queste tue ore di riflessione, di venire a Roma.

Manchi da due anni e non facciamo fatica ad ammettere che ti avremmo rivisto dalle nostre parti solo in veste di turista o di “legend”, come si chiamano adesso coloro i quali, come te, hanno scritto la storia del nostro sport; e chissà quando. Invece hai deciso di tornare a giocare sul rosso: a Parigi e in un torneo che lo precede, secondo quanto il tuo grande amico Seve Luthi ha comunicato ai tuoi connazionali. E allora, Roger: su quale posto migliore della nostra Roma potrebbe cadere la tua scelta?

Le condizioni dove si gioca, analoghe a quelle di Parigi, le conosci. In più hai detto che quest’anno ti vuoi divertire (frase che ci ha provocato qualche brivido perché ha evocato in tutti un tuo possibile ritiro a fine stagione; di questo magari parleremo se ti andrà di passare da noi). Ma quale posto migliore di Roma conosci per giocare a tennis divertendoti e magari per divertirti anche senza giocare a tennis? Qui tutti ti adorano, anche chi magari tifa per uno di quelli che ti sono stati avversari nell’ultimo meraviglioso decennio. Non vedono l’ora di vederti giocare ancora una volta al Centrale. E noi saremmo ansiosi di farti vedere come il torneo è ancora cresciuto nei due anni della tua assenza.

Potresti raccogliere questa passione magari anche andando a spasso a Trastevere per la pizza che tanto ti piace e magari provare a convogliare questa passione in un tentativo pazzesco: quello di vincere un titolo che ti è sfuggito quattro volte in finale. Potresti gustarti l’idea di mettere in scena un altro capitolo della tua rappresentazione con Rafa: oppure provare a mettere in riga questi Next Gen che hanno l’arroganza di vent’anni. Nella parte più agèe (se sarà quella conclusiva o no ce lo dirai quando sarai qui) di una carriera in cui hai stupito il mondo con la tua arte potresti stupirlo ancora quel mondo con un colpo a sorpresa.

Caro Roger pensaci su e poi facci sapere. Nella città di tanti re e imperatori del passato prendere decisioni importanti è più facile. Magari qui troverai l’ispirazione giusta. O al massimo ci metterai in condizione di dirti che per noi di quel gruppo di re e imperatori fai parte. Anche se fra le tante statue che abbiamo al Foro Italico non ce n’è una che ti ritrae.

Non c’è ancora, almeno.

Un caro saluto e a presto.

Piero Valesio
Direttore Comunicazione Internazionali BNL d’Italia