Kevin Anderson in gioco
per i corridoi umanitari

L’evento è saltato, martedì scorso, causa pioggia ma il fatto importante resta: Tennis for Africa ha dalla sua parte un nuovo prestigioso testimonial, il formidabile Kevin Anderson, n.7 del mondo e finalista agli ultimi Us Open.

Il gigante sudafricano aveva dato la sua disponibilità per fare da punto di riferimento di una giornata, il 15 maggio, presso il circolo Play Pisana per dare un contributo a Tennis for Africa e in particolare a sostegno dei corridoi umanitari promossi dalla Comunità di Sant’Egidio a favore dei rifugiati provenienti da Siria, Libano e Libia.

L’iniziativa in collaborazione con la Federazione delle Chiese Evangeliche in Italia e la Tavola valdese è completamente autofinanziata. Gli obbiettivi, si legge nel comunicato di Tennis for Africa, sono “evitare i viaggi dei rifugiati con le imbarcazioni nel Mediterraneo che hanno causato un numero molto alto di morti, tra cui molti bambini. Il progetto è realizzato per prevenire lo sfruttamento dei trafficanti di uomini e per garantire alle persone in ‘condizioni vulnerabili’ un’entrata legale nel territorio italiano con un visto umanitario e la possibilità di presentare successivamente una domanda di asilo”.