News
Hanno detto

Rune: «Una finale da cui imparare. Medvedev tra i favoriti al Roland Garros»

Rune ha commentato la finale con lucidità: “Non ho servito bene come in passato, Medvedev ha fatto tutto meglio”

Holger Rune ha accarezzato l’idea di diventare il più giovane campione degli Internazionali BNL d’Italia dai tempi di Rafa Nadal nel 2006. Ma dopo la sconfitta contro Andrey Rublev a Montecarlo, si è arreso di nuovo nel match per il titolo di un Masters 1000. Ha finito per cedere in due set a un ottimo Daniil Medvedev, che gli ha inflitto la terza sconfitta contro un Top 5 su dieci partite.

“All’inizio ero molto nervoso. Arrivavo da un gran match giocato ieri e forse mi ero messo addosso troppa pressione anche se mi ero ripromesso di non farlo – ha detto in conferenza stampa -. Daniil ha giocato una grande partita, è stato solidissimo da fondo. Le condizioni oggi erano lentissime, anche più degli altri giorni secondo me. Ma grande merito a lui, che ha vinto il primo titolo sulla terra rossa. Per me ha un grande futuro anche su questa superficie. Lo vedo come uno dei favoriti al Roland Garros, ma il primo candidato per il titolo secondo me rimane Djokovic”.

In finale, Rune è sceso a rete 32 volte vincendo 17 punti. “L’ho fatto per la sua posizione in risposta. Normalmente su questo campo dove la palla rimbalza di solito più alta rispetto a Monte-Carlo, lo schema funziona. La risposta di Daniil è più alta, così hai molto tempo per attaccare e venire a rete. Oggi però è stato bravissimo a giocare i passanti, sceglieva un lato e colpiva a tutto braccio. Ha fatto tutto meglio di me”.

Anche il servizio non ha fatto la differenza come in altre occasioni. “Oggi ho servito probabilmente peggio di quanto fatto nelle ultime partite. E’ un fattore importante perché a Medvedev piace allungare gli scambi e lo si è visto in qualche occasione qui. Naturalmente servire bene contro di lui aiuta molto ma oggi non sono riuscito a farlo. Ho cercato di variare, di andare un po’ esterno, di giocare in kick o di mettere più spin, ma non ho trovato soluzioni. Sono convinto che avrei potuto vincere il secondo set, ma è riuscito a rimontare. Lui lotta su ogni punto, non conta se è avanti o indietro nel punteggio. Sicuramente avrei potuto fare meglio nel game sul 5-4 del secondo set, ho sbagliato un diritto facile. Ma succede”.

Dopo una partita così un ragazzo dal bruciante spirito competitivo come Rune non può provare sensazioni positive. Ma non c’è dubbio che in vista del Roland Garros le sue prospettive siano più che buone. “La stagione sulla terra è stata positiva, ho raggiunto tre finali su quattro tornei – ha detto -. Certo, come molti di voi sanno, desidero fortemente vincere titoli. Qui ci sono andato solo vicino ma imparerò da questa lezione. Parigi rimane l’obiettivo principale della stagione sul rosso, sono convinto che di avere nelle gambe i match necessari per arrivarci preparato al meglio. Nelle prossime grandi partite dovrò fare meglio le piccole cose”.

Leggi anche

Title Partner

  • BNL

Main Partner

  • BMW
  • Joma
  • RealeMutua

Official Partner

  • Emirates
  • Dunlop
  • Algida
  • Valmora
  • Pepperstone
  • Hologic
  • Heineken
  • TicketOne
  • Emu
  • RTL
  • Technogym
  • Nilox
  • Edison
  • eCampus
  • Vechain
  • Moscato D’Asti

Iscriviti alla nostra newsletter

Completa la procedura di registrazione

Letta e compresa l’Informativa Privacy, espressamente e liberamente

il trattamento dei miei dati personali per le finalità di cui al paragrafo 3.2

Annulla

Registrazione avvenuta con successo

Close
x ()