DEL POTRO ASPETTA RISPOSTE DA ROMA
“Test importante per tornare ai massimi livelli”

Una tappa importante verso il ritorno ai massimi livelli di competitività. E’ quanto rappresentano gli Internazionali BNL d’Italia per Juan Martin del Potro, rientrato nel tour la settimana scorsa al “1000” di Madrid (ko al secondo turno con il serbo Laslo Djere dopo aver mancato un match point) dopo la lunga convalescenza seguita alla rottura della rotula patita nell’ottobre scorso durante il match con Coric a Shanghai. Dopo aver rinunciato agli Australian Open, il 30enne argentino era riapparso nel circuito a febbraio al torneo di Delray Beach, disputando tre incontri, ma poi era stato costretto a rinunciare agli appuntamenti successivi, compreso a marzo Indian Wells, in cui era campione uscente, per sottoporsi a una terapia rigenerativa al ginocchio.

“Sto bene, mi sento in buone condizioni e il mio gioco sta migliorando dopo un paio di giorni di duro allenamento” – spiega ‘Palito’ nella tradizionale conferenza stampa pre-torneo – “Ed è proprio quello di cui ho bisogno per tornare al mio livello più alto il prima possibile. Roma sarà un altro buon test per saggiare come il mio corpo risponde sul campo e in particolare alle sollecitazioni della partita”. Del resto, per la Torre di Tandil non è stato facile superare l’ennesimo lungo stop in una carriera travagliata dagli infortuni. “Se mi sono detto che il momento finale stava arrivando? Beh, quando sei infortunato tutto diventa negativo e ti senti davvero male dopo il periodo di riabilitazione. Anche perché l’unica cosa che vogliono i tennisti è poter giocare. Non mi è stato possibile ed è stato veramente triste cercare di risolvere il problema al ginocchio, anche perché c’è voluto un po’ di tempo in più di quello che avevano detto. Adesso però ho l’opportunità di disputare un altro torneo e mi sento leggermente meglio che a Madrid. So quanto può essere lunga la strada per il ritorno però sono pronto a riprovarci. Ad essere sincero, non posso aspettarmi un buon risultato in questo torneo: voglio solo ritrovare sensazioni positive in campo, non importa vincere o perdere adesso, sto ricominciando ora a giocare. A maggior ragione considerando che ho un tabellone duro, dovendo esordire al 2° turno contro Wawrinka o Goffin, il che significa un match veramente complicato. In ogni caso, se posso giocare bene un’altra partita, senza problemi fisici”– conclude Delpo – sarà positivo per me”.