News
In Evidenza

ABETE, PRESIDENTE BNL:
“L’Italia va avanti superando le difficoltà”

Luigi Abete, presidente di BNL, alla conferenza stampa di presentazione degli Internazionali d'Italia allo Stadio Olimpico di Roma (foto Giampiero Sposito)

Questo contenuto è stato pubblicato 2 anni fa. Potrebbe essere riferito ad un’edizione passata degli Internazionali BNL d’Italia.

“Vogliamo dare il segnale che il Paese va avanti superando le difficoltà. Siamo fieri e orgogliosi di questa scelta”. Con questo spirito Luigi Abete, presidente di BNL ha parlato della conferma dell’istituto bancario come title sponsor degli Internazionali d’Italia. Nel suo intervento durante la conferenza stampa della 77ma edizione del torneo, in programma dal 14 al 21 settembre, che si è svolta allo Stadio Olimpico di Roma, Abete ha sintetizzato i valori di BNL al servizio del tennis e dello sport: “continuità e normalità. BNL c’è, come il gruppo BNP Paribas, come ci deve essere un partner affidabile soprattutto se fa il mestiere delle banche che servono, per usare una metafora, anche quando piove e non solo quando c’è il sole. E dal punto di vista economico, organizzativo, veniamo da un forte temporale: e ancora non è finita”.
La mancanza degli spettatori, ha aggiunto, “è chiaramente un danno ma non siamo fra i tanti che si lamentano. Stiamo facendo un investimento importante, dobbiamo essere fieri di essere qui oggi perché abbiamo riavviato l’evento nella sua concretezza. Avremo modo di goderlo anche se solo indirettamente attraverso le televisioni”, ha spiegato il presidente di BNL.

“Dobbiamo essere consapevoli e severamente orgogliosi di questa scelta che abbiamo fatto – ha concluso Abete -. Faremo diventare questo torneo, con tutte le sue norme sulla sicurezza e il distanziamento, un momento di crescita dell’Italia, di un popolo che nei comportamenti quotidiani sa prendersi la responsabilità al momento giusto”.

 

Giuseppe Pierro, capo dipartimento sport del Governo, durante la conferenza stampa di presentazione degli Internazionali BNL d'Italia (foto Giampiero Sposito) In conferenza stampa è intervenuto anche il Capo del dipartimento Sport del Governo, Giuseppe Pierro. “Sapevamo che il percorso sarebbe stato un po’ in salita” ha detto, rivolgendosi al presidente della Federazione Italiana Tennis, Binaghi, per aver deciso comunque “di portare avanti la manifestazione. Lo sport è ripartito e riparte in sicurezza. Arriveremo anche a riaprire gli eventi al pubblico – promette -, questa è una battaglia che il ministro sta portando avanti in maniera convinta”.

Pierro ha ringraziato “la sindaca Raggi che non fa mai mancare il suo impegno quando si tratta di organizzare manifestazioni sportive, attraverso l’assessore Frongia. Manifestazioni come gli Internazionali d’Italia sono un orgoglio per lo sport italiano. Dobbiamo pensare a rendere questa manifestazione ancora più grande”.

Nicola Pietrangeli durante la conferenza stampa di presentazione degli Internazionali BNL d'Italia allo Stadio Olimpico di Roma (foto Giampiero Sposito)

PIETRANGELI: “RICORDIAMOCI IL VALORE DELLA STORIA”
Durante il vernissage di presentazione degli Internazionali BNL d’Italia 2020 il due volte vincitore del torneo e ambasciatore del tennis azzurro Nicola Pietrangeli ha ricordato l’importanza di conoscere il passato: “Bisogna conoscere chi è venuto prima di noi, a volte mi fa rabbia sentir parlare solo della cosiddetta modernità”. Un concetto importante soprattutto in considerazione del traguardo storico tagliato quest’anno dagli IBI, 90 anni.

“Attenzione, 90 anni li ha il torneo, non io. Non facciamo confusione”. Come non bisogna fare confusione sul ruolo cruciale che ha la conoscenza della storia e del passato. “Si tratta di un compleanno importante ed è giusto festeggiarlo con una chicca, un libro molto bello che racconta la storia di questi 90 anni. Un’opera che per importanza tennistica è seconda solo ai 500 anni di tennis di Gianni Clerici”, sottolinea Pietrangeli. Un consiglio di lettura molto sentito: “Specialmente ai giovani, ai tennisti di questa generazione. Serve una cultura del ricordo e della conoscenza. Al Roland Garros, ricordo distintamente come venivano trattati con rispetto i 4 moschettieri. L’era moderna del tennis è importante, certo, ma bisogna parlare anche della storia, sono cose da imparare e da sapere. E in quest’ottica, in senso del tutto positivo, questo libro può davvero ‘dare una lezione’, insegnare che cosa è diventato oggi il tennis”.

Leggi anche

Follow us

Official sponsor

  • BNL
  • BMW
  • Joma
  • RealeMutua
  • Emirates
  • Dunlop
  • Algida
  • Valmora
  • FrecciaRossa
  • Ricoh
  • Pepperstone
  • Hologic
  • Eni
  • TicketOne
  • Herbalife
  • Emu
  • Technogym
  • Solgar
  • Moscato D’Asti
  • Kimbo
  • Heineken

Iscriviti alla nostra newsletter

Completa la procedura di registrazione

Letta e compresa l'Informativa Privacy, espressamente e liberamente

il trattamento dei miei dati personali per le finalità di cui al paragrafo 3.1, ivi comprese quelle relative all’invio di newsletter, comunicazioni commerciali, promozionali e di marketing diretto attraverso sistemi di contatto totalmente automatizzati (ferma restando la possibilità di manifestare in qualsiasi momento la volontà di ricevere comunicazioni per le suddette finalità esclusivamente attraverso modalità di contatto tradizionali).

il trattamento dei miei dati personali per le finalità di cui al paragrafo 3.2, ivi comprese quelle relative all’invio di newsletter, materiale pubblicitario e/o comunicazioni e informazioni di natura commerciale e di marketing indiretto su servizi e prodotti, relativi ad offerte, sconti e ogni altra iniziativa promozionale e di fidelizzazione adottata dai nostri partner commerciali attraverso sistemi di contatto totalmente automatizzati (ferma restando la possibilità di manifestare in qualsiasi momento la volontà di ricevere comunicazioni per le suddette finalità esclusivamente attraverso modalità di contatto tradizionali).

Annulla

Registrazione avvenuta con successo

Close