News
In Evidenza

Aryna, prima in “semi”: questione di testa

Sabalenka sfata il tabù Anisimova e per la prima volta accede alle semifinali di Roma: adesso una tra Swiatek e Andreescu

La fiducia è una maledetta arma a doppio taglio. Quando vinci pensi di non poterla mai smarrire, se perdi inizi a convivere con il terrore di non poterla ritrovare mai più. In un Campo Centrale non ancora del tutto vestito a festa per la partite delle partite, quella tra Jannik Sinner e Stefanos Tsitsipas, si ode il ruggito della tigre Sabalenka. Dopo due sconfitte in poche settimane (prima a Charleston, poi a Madrid), Aryna da Minsk è finalmente riuscita a sfatare il tabù Anisimova, strappando il pass per le semifinali della 79esima edizione degli Internazionali BNL d’Italia.

“In tutti i match che perdo – aveva detto qualche tempo fa la numero 8 del mondo – sono sempre io a complicarmi le cose. Ho soltanto bisogno di concentrarmi su me stessa e fare meno errori che vincenti”. Appena 49 minuti in campo con la cinese Zhang Shuai (6-2 6-0), poi altri 69 con l’americana Pegula (6-1 6-4), numero 11 del mondo. Nel suo secondo quarto di finale nella Città Eterna, l’11esimo in un WTA 1000, ha avuto bisogno di più tempo. 4-6 6-3 6-2 in un’ora e cinquantatre minuti ma ha vinto lei, perché lo voleva di più. Se questa non è fiducia, diventa complesso capire cos’altro lo sia.

Il canovaccio del match, se così si può dire, era già chiaro alla vigilia. Forte, anzi fortissimo, sanno tirare entrambe. Pochi minuti e giù, via al braccio di ferro. I puristi dell’estetica avranno preferito girare a largo ma il tennis del terzo millennio, salvo rare eccezioni, è questo: prendere o lasciare. Imprevedibile come poche, Aryna è l’esempio perfetto della giocatrice che “quando è in giornata batte tutte”. È esplosa nel 2018, stagione iniziata da n.78 e chiuda in 11esima posizione, dando la sensazione di poter spaccare ogni palla e piazzare un vincente (a Montreal 2018, contro Wozniacki, ne mise a segno addirittura 64). Ha lavorato tanto, soprattutto sulla parte mentale, senza però essere ancora riuscita a trovare una quadra. Basti pensare, ad esempio, ai numerosi doppi falli commessi nelle prime uscite stagionali (51 nelle prime tre partite dell’anno). “Questo non è il mio servizio – spiegava Sabalenka ai giornalisti durante il torneo di Adelaide –, basterebbe vedermi durante una sessione di allenamento. È tutto qui, nella testa”.

Già, la testa. Quella sulla quale ha lavorato per anni coach Tursunov (ex n.20 ATP) e che dopo diversi tira e molla e diventato il principale argomento delle giornate del bulgaro Anton Dubrov, passato da sparring ad allenatore.

Quando gioca così, arginarla diventa impossibile o quasi.

Leggi anche

Official sponsor

  • BNL
  • BMW
  • Joma
  • RealeMutua
  • Emirates
  • Dunlop
  • Algida
  • Valmora
  • FrecciaRossa
  • Ricoh
  • Pepperstone
  • Hologic
  • Eni
  • TicketOne
  • Herbalife
  • Emu
  • Technogym
  • Solgar
  • Moscato D’Asti
  • Kimbo
  • Heineken

Iscriviti alla nostra newsletter

Completa la procedura di registrazione

Letta e compresa l'Informativa Privacy, espressamente e liberamente

il trattamento dei miei dati personali per le finalità di cui al paragrafo 3.1, ivi comprese quelle relative all’invio di newsletter, comunicazioni commerciali, promozionali e di marketing diretto attraverso sistemi di contatto totalmente automatizzati (ferma restando la possibilità di manifestare in qualsiasi momento la volontà di ricevere comunicazioni per le suddette finalità esclusivamente attraverso modalità di contatto tradizionali).

il trattamento dei miei dati personali per le finalità di cui al paragrafo 3.2, ivi comprese quelle relative all’invio di newsletter, materiale pubblicitario e/o comunicazioni e informazioni di natura commerciale e di marketing indiretto su servizi e prodotti, relativi ad offerte, sconti e ogni altra iniziativa promozionale e di fidelizzazione adottata dai nostri partner commerciali attraverso sistemi di contatto totalmente automatizzati (ferma restando la possibilità di manifestare in qualsiasi momento la volontà di ricevere comunicazioni per le suddette finalità esclusivamente attraverso modalità di contatto tradizionali).

Annulla

Registrazione avvenuta con successo

Close