News
In Evidenza

Aspettando il ‘clasico’
Nadal-Djokovic

Questo contenuto è stato pubblicato 6 anni fa. Potrebbe essere riferito ad un’edizione passata degli Internazionali d’Italia.

Fanno 28 titoli del Grande Slam in due: 16 Rafa e 12 Nole. Si sono incontrati 50 volte (26 volte ha vinto Djokovic, 24 Nadal). In realtà è la loro la rivalità più tosta del nostro tempo, anche se oscurata da quella epica e spettacolare tra Roger e Rafa.

Infatti mentre Federer sulla terra battuta non è mai riuscito davvero a domare Nadal ( con lo spagnolo ha vinto ‘solo’ 15 volte contro i 23 successi del rivale) Djokovic ha lavorato negli anni per capire come battere il tennis iperarrotato del mancino di Manacor su qualunque campo. E c’è riuscito. Ha messo a punto il suo tennis e i suoi piani tattici e nel 2015 ha steso lo spagnolo sia a Monte-Carlo che al Roland Garros, tornai dove Rafa ha battuto i record assoluti di vittorie. Notare i punteggi: 6-3 6-3 a Monte-carlo e 7-5 6-3 6-1 a Parigi. Non c’è stata partita.

E da allora, fino alla fine del 2016 sono state solo batoste, in altri 5 faccia a faccia, compresi i quarti di finale a Roma, nell’anno in cui poi Djokovic perse in finale da Andy Murray prima di volare a Parigi dove chiuse il cerchio dei suoi trionfi conquistando quel titolo al Roland Garros che ancora gli mancava.

Dunque finché non si palesarono altri problemi, sul piano personale, (appagamento eccessivo, mancanza di nuove motivazioni, guai  fisici, guai di famiglia) il serbo aveva risolto il ‘problema-Rafa’.

Un rompicapo che aveva cominciato a affrontare seriamente proprio a Roma, nel 2007. Risale a quell’edizione un quarto di finale tra i due che Nadal incamerò in modo apparentemente facile: 6-2 6-3 il risultato. Chi ha in archivio la trascrizione della conferenza stampa post-partità troverà lo spagnolo che dichiara che il match era stato molto più tirato di quanto dicesse il punteggio. A latere lo zio-coach Toni raccontava agli addetti ai lavori che secondo lui Nole sarebbe stato negli anni a venire il vero problema per Rafa.

Aveva visto giusto. Non a caso, a posteriori lo ha riconosciuto lo stesso Nadal in un’intervista rilasciata a un quotidiano spagnolo in cui tirava un po’ le somme della carriera. Affermando che un solo giocatore gli è parso davvero imbattibile a un certo punto della carriera: Djokovic non Federer.

Vedremo se trovandosi improvvisamente di nuovo sul palcoscenico di una storia tennistica così potente Nole troverà di nuovo quel se stesso che per una stagione e mezza non fece veder palla al al Resto del mondo. Altrimenti…

Leggi anche

Title Partner

  • BNL

Main Partner

  • BMW
  • Joma
  • RealeMutua

Official Partner

  • Algida
  • Moscato D’Asti
  • Auricchio
  • Dunlop
  • eCampus
  • Edison
  • Emirates
  • Emu
  • Heineken
  • Hologic
  • Nilox
  • RTL
  • Rummo
  • Technogym
  • TicketOne
  • Valmora
  • Vechain

Iscriviti alla nostra newsletter

Completa la procedura di registrazione

Letta e compresa l’Informativa Privacy, espressamente e liberamente

il trattamento dei miei dati personali per le finalità di cui al paragrafo 3.2

Annulla

Registrazione avvenuta con successo

Close
x ()