News
In Evidenza

Che show al Foro! Le 5 partite da vedere oggi

Matteo Arnaldi in azione (Getty Images)

Otto italiani in campo, ex campionesse Slam e giovani promesse, talenti da osservare e da scoprire. E’ una giornata densa di spunti quella che si prospetta per i tifosi al Foro Italico per gli Internazionali BNL d’Italia. Abbiamo scelto cinque match da vedere.

IL PROGRAMMA COMPLETO DI GIOVEDI 11 MAGGIO

Luca Nardi vs David Goffin – Secondo match, Campo Centrale: non prima delle 13

Per gli amanti del tennis ricamato, dell’eleganza che prevale sulla forza, l’appuntamento è con Luca Nardi. Il marchigiano affronta l’ex Top 10 David Goffin che ha sconfitto nel 2022 nel turno decisivo di qualificazioni. In main draw ha poi battuto Shevchenko e ha perso dopo due spettacolari tie-break contro Stefanos Tsitsipas. Goffin in quel torneo sarebbe stato ripescato e avrebbe perso contro Alcaraz.

“Non mi sono mai considerato un predestinato – ha detto a Monte-Carlo -, ho sempre fatto le cose per la mia strada. E’ solo da due anni, due anni e mezzo, che ho iniziato a prendere seriamente il tennis”. E i risultati si stanno vedendo, in termini di continuità e di valore delle prestazioni. Affrontare Goffin, giocatore elegante ma da tempo lontano dai suoi standard che l’hanno portato in finale alle Nitto ATP Finals del 2017, può dargli una spinta giusta per esaltarsi davanti al pubblico di Roma.

Elisabetta Cocciaretto vs Anastasia Potapova – Pietrangeli, quarto match dalle 11

Torna in campo Elisabetta Cocciaretto a meno di 24 ore dalla prima vittoria a Roma contro Lauren Davis. “E’ stata un’emozione incredibile – ha raccontato – ho sempre sognato di giocare sul ‘Pietrangeli’, un campo dove senti davvero il sostegno del pubblico”.

Il sostegno certo non le mancherà contro Anastasia Potapova, testa di serie numero 23, che quest’anno ha iniziato la stagione sul rosso con la semifinale a Stoccarda, la prima in un torneo di categoria WTA 500 o superiore.

“L’ho battuta a Guadalajara lo scorso autunno in altura e sul cemento: condizioni molto diverse rispetto a qui. Lei sta giocando molto bene, ci conosciamo fin da quando eravamo piccole e non sarà una partita facile. Ma non vedo l’ora di giocarla perché ho voglia di scendere di nuovo in campo davanti a questo pubblico”.

La russa, in campo come atleta neutrale, ha cambiato modalità di allenamento dalla scorsa primavera. “Abbiamo deciso con il mio team di cambiare tutto, di impostare un lavoro semplice ma intenso, di lavorare molte ore in campo in allenamento. Ora sono una giocatrice e un’atleta migliore”.

Matteo Arnaldi vs Diego Schwartzman – Centrale, ultimo match non prima delle 20.30

Matteo Arnaldi debutta al Foro Italico contro l’ex Top 10 argentino Diego Schwartzman, qui finalista nel 2020. Il sanremese torna nel luogo dove dodici mesi fa è iniziata la sua svolta. “E’ stato il nostro primo appuntamento importante – ha spiegato a SuperTennis il coach Alessandro Petrone -. Siamo arrivati con poche aspettative e Matteo si è ritrovato addirittura a disputare un match del main draw. Ha capito che poteva battere ragazzi della sua età ma molto più avanti di lui. Allenarsi con tennisti del calibro di Djokovic e Auger-Aliassime ha fatto il resto”.

Dopo il successo a Madrid su Casper Ruud, appannato sì ma pur sempre numero 4 del mondo, Arnaldi è diventato il 46mo italiano in Top 100 da quando è stato introdotto il ranking computerizzato cinquant’anni fa. Di sicuro qualche anno fa non avrebbe immaginato di arrivare a sfidare Schwartzman quasi da favorito. Il “Peque”, quarto argentino per partite giocate negli Slam, sta facendo molta fatica a tenere gli standard che l’hanno portato fra i primi dieci del mondo. “Il tennis è uno sport crudele, devi essere molto forte mentalmente per reggere questi momenti e affrontare queste sfide – ha detto a inizio anno a ClayTennis -. Quello che ho raggiunto nelle ultime stagioni non mi ha preparato alla frustrazione”.

Giulio Zeppieri vs Daniel Altmaier – Pietrangeli, primo match: ore 11

Roma non è un torneo come gli altri per Giulio Zeppieri. Il ventunenne di Latina fa il suo esordio contro il tedesco Daniel Altmaier, che ha superato le qualificazioni.

La semifinale raggiunta al Sardegna Open, Challenger 175 di Cagliari, ha restituito a Zeppieri un po’ di quella convinzione persa negli ultimi mesi dopo un promettente inizio di 2023, segnato dalla vittoria a Cherbourg e dalla finale a Rovereto.

“Ognuno ha i suoi tempi di maturazione anche se molti pensano che se giochi bene da Juniores, dopo un anno devi essere per forza tra i top 100 Atp. Oggi non funziona così, è tutto più complicato – ha detto a Cagliari -. La maggior parte ha bisogno di più tempo”.

Per raggiungere l’obiettivo di entrare fra i primi 100 del mondo, Zeppieri ha scelto di trasferirsi a Vicenza per allenarsi con Max Sartori, ex coach di Andreas Seppi, Nicola Ceragioli e il preparatore Massimiliano Pinducciu. Il progetto tecnico è a lungo termine, dal punto di vista tecnico, fisico e di vita. Zeppieri è infatto dalla famiglia, dalla sua zona di comfort.

Un modo per mettersi alla prova, come succederà in campo contro Altmaier capace, da lucky loser, di arrivare ai quarti a Madrid la scorsa settimana. Numero 210 del mondo nel 2017, a 18 anni, ha subito una lunga serie di infortuni che hanno fermato la sua ascesa almeno fino al 2020, quando ha battuto Matteo B Il tedesco, che ha raggiunto un best ranking di numero 53 a maggio 2022, ha maturato una particolare passione per la pesca. “E’ una forma di strategia, mio padre è ossessionato da questi dettagli, si informa sulla temperatura, le condizioni meteo, quanto è alta l’acqua dei fiumi. E’ interessante, qualcosa di totalmente diverso rispetto al tennis”.

Cori Gauff vs Yulia Putintseva – Grand Stand Arena, secondo match, non prima delle 13

Tra i match che non vedono italiani o italiane in campo, accendiamo i riflettori sulla numero 4 del mondo, Cori Gauff. Semifinalista a Roma nel 2021, non ha un esordio morbido nel torneo. Yulia Putintseva, numero 51, non brillerà per empatia con i tifosi ma in quanto a spirito competitivo ne ha da vendere. L’ha dimostrato anche al primo turno in cui ha rimontato la bulgara Tomova, schiantata 6-0 al terzo dopo due tie-break nei primi due set. Gauff l’ha battuta due volte su due, la prima proprio a Roma nel 2021, la seconda a Madrid l’anno scorso. Due partite lottate, finite entrambe 6-4 al terzo. Pronta a una terza battaglia? Lo scopriremo al Foro. Lo spettacolo sta per cominciare.

Leggi anche

Title Partner

  • BNL

Main Partner

  • BMW
  • Joma
  • RealeMutua

Official Partner

  • Emirates
  • Dunlop
  • Algida
  • Valmora
  • Pepperstone
  • Hologic
  • Heineken
  • TicketOne
  • Emu
  • RTL
  • Technogym
  • Nilox
  • Edison
  • eCampus
  • Vechain
  • Moscato D’Asti

Iscriviti alla nostra newsletter

Completa la procedura di registrazione

Letta e compresa l’Informativa Privacy, espressamente e liberamente

il trattamento dei miei dati personali per le finalità di cui al paragrafo 3.2

Annulla

Registrazione avvenuta con successo

Close
x ()