News
In Evidenza

DIESTRO E ZAPATA MAESTRI DI PADDLE
I due spagnoli vincono e danno spettacolo

Questo contenuto è stato pubblicato 5 anni fa. Potrebbe essere riferito ad un’edizione passata degli Internazionali BNL d’Italia.

Per una partita che sfuma ce n’è sempre un’altra che si accende agli Internazionali BNL d’Italia. Il pubblico che è lentamente defluito dalle tribune del Centrale dopo il ritiro per infortunio di Garbine Muguruza nella semifinale del torneo Wta si è trovato di fronte l’azione spettacolare della finale del Torneo Internazionale di Paddle  (FIP 500), giunto alla sua ottava edizione. Tabellone da 32 coppie per gli uomini e 16 per le donne con montepremi rispettivamente di 5.000  e 2.500 euro.

Intorno al campo “trasparente” del Foro Italico si è così formata una folla di curiosi che è rimasta a bocca aperta di fronte alle magie dei quattro protagonisti del match decisivo, tutti professionisti di livello mondiale inseriti nel World Padel Ranking.

Sul campo si sono visti tanta azione e agonismo, ma il risultato finale è stato netto: gli spagnoli Josè Antonio Diestro e Teodoro Zapata hanno superato per 6-1 6-2 la coppia misto ispano-argentina composta da Cayetano Racafort e Marcelo Capitani.

La parte del leone l’ha fatta Josè Diestro, 27 anni, dall’alto della sua 36° posizione mondiale (il suo giovane compagno Zapata, 22 anni, è invece n. 131 in classifica). Ha guidato il team con grande autorevolezza nonostante si trovasse di fronte la vecchia volte Marcelo Capitani, 37 anni, oggi “solo” n. 89 del mondo ma nella top 10 tra il 2006 e il 2008. Cioè, a suo tempo, uno dei migliori del mondo.

Il paddle è lo sport emergente del momento e chi si è fermato a gustarsi la partita ha potuto godere di qualche scambio davvero spettacolare, con più di una palla recuperata uscendo addirittura dal box di gioco per cercare di raggiungere uno smash avversario.

Meno fortuna di pubblico ha avuto la finale femminile (anch’essa però molto spettacolare) ma la bravura della francese Sandrin Testud, grande tennista, ex n. 9 del mondo, finalista in doppio agli UsOpen (e dalla sua compagna italiana Sara Celata) è stata comunque premiata da una netta vittoria su Chiara Pappacena e Roberta Lombardi. Il trofeo del Foro Italico è tutto loro.

Leggi anche

Follow us

Official sponsor

  • BNL
  • BMW
  • Joma
  • RealeMutua
  • Emirates
  • Dunlop
  • Algida
  • Valmora
  • FrecciaRossa
  • Ricoh
  • Pepperstone
  • Hologic
  • Eni
  • TicketOne
  • Herbalife
  • Emu
  • Technogym
  • Solgar
  • Moscato D’Asti
  • Kimbo
  • Heineken

Iscriviti alla nostra newsletter

Completa la procedura di registrazione

Letta e compresa l'Informativa Privacy, espressamente e liberamente

il trattamento dei miei dati personali per le finalità di cui al paragrafo 3.1, ivi comprese quelle relative all’invio di newsletter, comunicazioni commerciali, promozionali e di marketing diretto attraverso sistemi di contatto totalmente automatizzati (ferma restando la possibilità di manifestare in qualsiasi momento la volontà di ricevere comunicazioni per le suddette finalità esclusivamente attraverso modalità di contatto tradizionali).

il trattamento dei miei dati personali per le finalità di cui al paragrafo 3.2, ivi comprese quelle relative all’invio di newsletter, materiale pubblicitario e/o comunicazioni e informazioni di natura commerciale e di marketing indiretto su servizi e prodotti, relativi ad offerte, sconti e ogni altra iniziativa promozionale e di fidelizzazione adottata dai nostri partner commerciali attraverso sistemi di contatto totalmente automatizzati (ferma restando la possibilità di manifestare in qualsiasi momento la volontà di ricevere comunicazioni per le suddette finalità esclusivamente attraverso modalità di contatto tradizionali).

Annulla

Registrazione avvenuta con successo

Close