News
In Evidenza

ERRANI RAGGIANTE: “ESSERE IN FINALE A ROMA E’ INCREDIBILE”

Questo contenuto è stato pubblicato 8 anni fa. Potrebbe essere riferito ad un’edizione passata degli Internazionali BNL d’Italia.

E’ un po’ stanca Sarita. Ma quando raggiungi due finali, soprattutto a Roma, quasi te lo dimentichi. Domenica sarà una giornata di fuoco per la numero uno azzurra, ma per il momento la Errani si gode il suo splendido sabato al Foro.

errani 21

“Aspettiamo di scoprire come andrà a finire il torneo e poi vi dirò che posto occupa nella mia speciale classifica questo successo sulla Jankovic”, risponde Sara a chi le chiede il valore della vittoria sulla serba. Prima Li Na e poi Jelena: battere due top ten nel giro di 24 or non è male. “Con Li Na era più difficile tirare dei vincenti rispetto a Jelena. La Jankovic comunque è una che non ti regala nulla però ti lascia giocare. Sono state partite diverse: penso di averle giocate molto bene entrambe. Oggi ho servito un po’ meno bene ma sono stata più efficace dal fondo. Sull’1-1 del secondo set ho perso un game delicato e lei è scappata 4-1, però sono rimasta lì e, una volta tornata a favore di vento, mi sono rimessa in corsa. Pablo (Lozano, il suo coach; ndr) mi ha detto di giocare punto dopo punto anche perché ero un po’ stanca: giocando due partite al giorno a questi livelli qualche piccolo calo ogni tanto ci sta. Stamane ero un po’ stanca ma anche molto carica”.

Sul “rosso” Sara si sente a casa: “Purtroppo i tornei sulla terra sono pochi. Inoltre gli uomini possono giocare tutti i tornei minori che vogliono; io ne faccio solo uno ogni sei mesi. In pratica gioco solo tre tornei all’anno sulla terra. Mi piacerebbe che ci fossero più opportunità di giocare sul rosso”. 

Per il momento la classifica non cambia, e Sara resta in 11esima posizione. Anche se in questi giorni ha fatto vedere un tennis decisamente da top player: “Se mi sento una top five? A dire la verità non mi sono mai sentita nemmeno una top ten”, dice con uno dei suoi sorrisi disarmanti. Il pubblico l’ha sostenuta in modo incredibile, ed in campo si è sentito: “La finale a Parigi due anni fa è stata qualcosa di inaspettato e grandioso, ma qui, con il sostegno del pubblico, è qualcosa di incredibile. Tanto tifo da avere difficoltà a rimanere concentrata. Bellissimo, anche se non potevo rischiare di esaltarmi troppo”. L’ultimo ostacolo Serena o Ivanovic. “Se sarà Serena ci proverò, come ho sempre fatto. Se lei però sarà al 100% sarà quasi impossibile”. Evviva l’onestà.

Leggi anche

Follow us

Official sponsor

  • BNL
  • BMW
  • Joma
  • RealeMutua
  • Emirates
  • Dunlop
  • Algida
  • Valmora
  • FrecciaRossa
  • Ricoh
  • Pepperstone
  • Hologic
  • Eni
  • TicketOne
  • Herbalife
  • Emu
  • Technogym
  • Solgar
  • Moscato D’Asti
  • Kimbo
  • Heineken

Iscriviti alla nostra newsletter

Completa la procedura di registrazione

Letta e compresa l'Informativa Privacy, espressamente e liberamente

il trattamento dei miei dati personali per le finalità di cui al paragrafo 3.1, ivi comprese quelle relative all’invio di newsletter, comunicazioni commerciali, promozionali e di marketing diretto attraverso sistemi di contatto totalmente automatizzati (ferma restando la possibilità di manifestare in qualsiasi momento la volontà di ricevere comunicazioni per le suddette finalità esclusivamente attraverso modalità di contatto tradizionali).

il trattamento dei miei dati personali per le finalità di cui al paragrafo 3.2, ivi comprese quelle relative all’invio di newsletter, materiale pubblicitario e/o comunicazioni e informazioni di natura commerciale e di marketing indiretto su servizi e prodotti, relativi ad offerte, sconti e ogni altra iniziativa promozionale e di fidelizzazione adottata dai nostri partner commerciali attraverso sistemi di contatto totalmente automatizzati (ferma restando la possibilità di manifestare in qualsiasi momento la volontà di ricevere comunicazioni per le suddette finalità esclusivamente attraverso modalità di contatto tradizionali).

Annulla

Registrazione avvenuta con successo

Close