News
In Evidenza

SUPER WAWRINKA ELIMINA NADAL
Djokovic e Ferrer in 3 set, Federer convince

Questo contenuto è stato pubblicato 7 anni fa. Potrebbe essere riferito ad un’edizione passata degli Internazionali BNL d’Italia.

Semifinali senza Rafa Nadal agli Internazionali BNL d’Italia. Per la prima volta dal 2008. Infatti nelle ultime dieci edizioni lo spagnolo, recordman di trofei al Foro Italico, solo in un’occasione – nel 2008 appunto – non è arrivato in finale: in quel caso furono Ferrero e le vesciche a metterlo fuori gioco. Questa volta ci ha pensato Stan Wawrinka, e con una prestazione maiuscola. Lo svizzero si è imposto per 76(7) 62, in due ore e 6 minuti di partita, insinuando ancora più dubbi nella testa dello spagnolo, che in questi ultimi mesi proprio serenissimo non è. “Ho giocato una partita quasi perfetta” aveva detto Nadal dopo il successo su Isner. Beh, nella serata romana la perfezione da parte del maiorchino non è stata nemmeno sfiorata. Tanti, troppi errori di diritto (sfidato dallo stupendo rovescio ad una mano dello svizzero) contro un Wawrinka che aveva battuto 12 volte su 13 perdendoci solo in occasione dell’ultima sfida, la finale di Melbourne del 2014, complice un infortunio alla schiena. In avvio break Nadal e contro-break immediato: ancora break spagnolo al settimo gioco e contro-break svizzero. Nel tie-break Rafa dal 2 pari vola 6-2 ma Wawrinka lo riaggancia sul 6 pari annullando quattro palle set di fila, Rafa cancella con un dritto all’incrocio il primo set point per il 30enne di Losanna sul 6-7 ma sul 7-8 “Stan the man” non perdona e porta a casa il primo set dopo un’ora e un quarto di gioco. Nadal appare poco lucido e nel terzo gioco della seconda frazione concede una pericolosa palla-break annullata con una robusta “prima”: ne concede un’altra e questa volta la risposta di Wawrinka lo fulmina. Nel quinto game Rafa caccia il diritto in rete e lo svizzero vola sul 4-1 con doppio break. Nel sesto gioco Rafa prova a reagire ma sulle tre chance che si procura per recuperare almeno uno dei due break Wawrinka piazza solo vincenti, e poi sale 5-1 prima di chiudere 62. E scrivere sull’obiettivo della telecamera “RF ci vediamo domani”….
Esulta la Svizzera tennistica che sabato si godrà un bel derby nella semifinale serale. Infatti se Stan è felice, King Roger lo è sicuramente molto di più: meglio per lui affrontare il connazionale che non Nadal. Wawrinka ha vinto solo 2 sfide su 17 contro Federer, ma una di queste, la finale sul “rosso” di Monte-Carlo dello scorso anno, potrebbe non lasciare del tutto tranquillo il fuoriclasse di Basilea.
King Roger comunque c’è. Almeno a giudicare da quello che ha fatto vedere nel suo quarto contro Tomas Berdych. Lo svizzero, numero due del seeding e del ranking mondiale, è di nuovo in semifinale. Federer ha archiviato la pratica superando con un doppio 63, in un’ora e sette minuti, il 29enne di Valasske Mezirici, sesta testa di serie. E dire che il primo a tentare l’allungo era stato Berdych, strappando la battuta a Federer al quinto gioco e salendo 3-2: soltanto una fiammata. Lo svizzero ha infilato quattro giochi di fila e ha chiuso il primo parziale. La musica non cambia nella seconda frazione: il break per Roger è arrivato all’ottavo gioco e poco dopo lo svizzero ha prenotato la semifinale, portando sul 14 a 6 il bilancio dei confronti diretti con il ceco, forse ancora stanco per la maratona contro Fognini del turno precedente.
Quello di Roma è uno dei pochi trofei a mancare nello straordinario palmares del 33enne fuoriclasse di Basilea. Ci è andato vicinissimo – con ben due match-point – nella finale contro Nadal nel 2006, l’ultima giocata al meglio dei cinque set. Ed ancor prima, nel 2003, era stato Mantilla a negargli il successo mentre nel 2013 è stato messo ko ancora da Rafa.

Magari non sarà il Novak Djokovic versione Terminator ammirato fino a Monte-Carlo. Sta di fatto che il numero uno del mondo, pur concedendo un set per match, è in semifinale agli Internazionali BNL d’Italia. Nei quarti Nole ha sconfitto per 63 36 61, in un’ora e 49 minuti, il giapponese Kei Nishikori, quinto favorito del seeding. Il serbo ha sofferto solo per parte del secondo set il grande anticipo del 25enne di Shimane, alla sua seconda presenza in tabellone al Foro Italico: nel set decisivo, però, il campione in carica ha rimesso subito le cose a posto strappando la battuta all’avversario nel quarto gioco e volando spedito fino al 61 conclusivo.
Nole ha cominciato la stagione centrando il suo quinto successo agli Australian Open (record dell’Era Open) ma si è tolto anche la soddisfazione di vincere tutti e tre i primi “1000” del 2015: Indian Wells, Miami e Monte-Carlo mentre a Madrid ha scelto di non giocare. A Roma ha già vinto tre volte: nel 2008 superando Wawrinka ed ancora nel 2011 e nel 2014 battendo Nadal in finale (il serbo è stato l’unico capace di battere il maiorchino in finale al Foro).
Sabato il 27enne di Belgrado troverà dall’altra parte della rete David Ferrer, che è stato il primo a staccare il pass per le semifinali: nei quarti il 33enne valenciano, settima testa di serie del torneo, ha sconfitto per 62 46 63, in un’ora e dieci minuti, il belga David Goffin, alla sua prima partecipazione a Roma e mai così avanti in un “1000”. Per Ferrer, che quest’anno ha già vinto a Doha, Rio de Janeiro ed Acapulco, si è trattato del secondo successo in altrettante sfide con il 24enne di Liegi. Nel bilancio dei confronti diretti Nole conduce 14 a 5 sullo spagnolo, con “Ferru”, che al Foro vanta la finale del 2010 (stoppato da Nadal), che non riesce a battere il serbo da tre anni e mezzo

Gallery Federer VS Berdych

Gallery Djokovic Vs Nishikori

Leggi anche

Follow us

Official sponsor

  • BNL
  • BMW
  • Joma
  • RealeMutua
  • Emirates
  • Dunlop
  • Algida
  • Valmora
  • FrecciaRossa
  • Ricoh
  • Pepperstone
  • Hologic
  • Eni
  • TicketOne
  • Herbalife
  • Emu
  • Technogym
  • Solgar
  • Moscato D’Asti
  • Kimbo
  • Heineken

Iscriviti alla nostra newsletter

Completa la procedura di registrazione

Letta e compresa l'Informativa Privacy, espressamente e liberamente

il trattamento dei miei dati personali per le finalità di cui al paragrafo 3.1, ivi comprese quelle relative all’invio di newsletter, comunicazioni commerciali, promozionali e di marketing diretto attraverso sistemi di contatto totalmente automatizzati (ferma restando la possibilità di manifestare in qualsiasi momento la volontà di ricevere comunicazioni per le suddette finalità esclusivamente attraverso modalità di contatto tradizionali).

il trattamento dei miei dati personali per le finalità di cui al paragrafo 3.2, ivi comprese quelle relative all’invio di newsletter, materiale pubblicitario e/o comunicazioni e informazioni di natura commerciale e di marketing indiretto su servizi e prodotti, relativi ad offerte, sconti e ogni altra iniziativa promozionale e di fidelizzazione adottata dai nostri partner commerciali attraverso sistemi di contatto totalmente automatizzati (ferma restando la possibilità di manifestare in qualsiasi momento la volontà di ricevere comunicazioni per le suddette finalità esclusivamente attraverso modalità di contatto tradizionali).

Annulla

Registrazione avvenuta con successo

Close