Halep, Svitolina e Ostapenko
le stelle brillano

Tutte le stelle degli Internazionali BNL d’Italia femminili, torneo Wta Premier dotato di un montepremi di 3.351.720 dollari in corso al Foro Italico a Roma, sono su SuperTennis in questa giornata dedicata agli ottavi di finale. L’unica a non esserci è la numero uno del mondo Simona Halep, finalista dodici mesi fa (ma anche semifinalista nel 2013 e nel 2015), che può godersi 24 ore di riposo: la sua avversaria, infatti, la statunitense Madison Keys, numero 14 Wta e13esima testa di serie, finalista nel 2016 (stoppata da Serena), da dato forfait per un problema alla schiena. Prossima avversaria per Simona la vincente di Stephens-Garcia.

Sulla Next Gen Arena l’ucraina Elina Svitolina, numero 4 del ranking e del seeding, ha rimediato ad una pessima partenza con la russa Daria Kasatkina numero 13 Wta e 14esima testa di serie, chiudendo per 06 63 62 in un’ora e 36 minuti di gioco. La 23enne di Odessa, campionessa in carica, ha così messo a segno il quarto successo in altrettante sfide con la 21enne di Togliatty, il secondo in questa stagione dopo quello in finale a Dubai. A chi le chiedeva se sentisse la pressione di dover difendere il titolo Elina ha risposto che ”da un lato vuoi fare bene davanti al pubblico che ti ha visto vincere, dall’altro tutti si aspettano che giochi bene perché lo hai già fatto…”. Elina affronterà nei quarti la tedesca Angelique Kerber, numero 12 Wta ed 11esima testa di serie, che ha “asfaltato” con un doppio 61 in appena 55 minuti la greca Maria Sakkari, numero 42 del ranking mondiale. La Svitolina è avanti per 7 a 5 nei precedenti ed ha vinto le ultime cinque sfide, compresa l’unica sul “rosso” in Fed Cup lo scorso anno.

Nei quarti anche la campionessa del Roland Garros in carica, la lettone Jelena Ostapenko, numero 6 Wta e quinta testa di serie, che ha rimediato ad una pessima partenza con la britannica Johanna Konta, numero 22 del ranking mondiale, imponendosi per 26 63 64. Per la 20enne di Riga si tratta della prima presenza nei quarti del torneo capitolino: Jelena ha vinto 12 degli ultimi 14 match disputati sul rosso. Fin qui quest’anno sulla terra aveva fatto poco: terzo turno a Stoccarda, fermata dalla futura vincitrice Pliskova, e addirittura primo turno a Madrid, battuta dalla rumena Begu. Prossima avversaria per lei la vincente di Sharapova-Gavrilova.