IL 3 AGOSTO RIPARTE IL CIRCUITO MONDIALE
Gli Internazionali BNL d’Italia dal 20 settembre

Il tennis internazionale riparte il 3 agosto. E riparte dall’Italia, con il torneo femminile di Palermo, Wta International. E l’Italia sarà ancor di più centro del mondo dal 21 settembre, quando a Roma andranno in scena i tabelloni principali degli Internazionali BNL d’Italia (dal 20 le qualificazioni).

L’annuncio congiunto di Atp, Wta e Itf, che ha seguito la decisione della Federazione americana di disputare gli Us Open dal 31 agosto come da calendario, rimette finalmente tutto in movimento, scommettendo su una seconda parte della stagione che recuperi il più possibile di quanto perso con lo stop alla vigilia del Masters 1000 di Indian Wells.

Cinque mesi di immobilità assoluta, classifiche congelate al 16 marzo: il tennis si è chiuso in casa come hanno fatto i cittadini di tutto il mondo. Ora mentre tutti hanno ripreso ad allenarsi e si è ricominciato a giocare anche qualche esibizione (Adria Cup, UTS), arriva il calendario dei tornei veri.

Come dicevamo il fronte femminile, quello della Wta, è il primo a partire con il torneo organizzato dal Country Time di Palermo: il 31° Palermo Ladies Open: sul sito del circolo è già partita la campagna abbonamenti.

Sul versante maschile, quello dell’Atp, si parte invece il 14 agosto con l’Atp 500 di Washington, per poi spostarsi direttamente a New York, nell’impianto di Flushing Meados dove verrà disputato l’Atp Masters 1000 che abitualmente viene organizzato a Cincinnati, il Western & Southern Open. I giocatori potranno così rimanere nella stessa “location” per disputare dal 31 agosto, come annunciato gli Us Open, che termineranno il 13 settembre.

Dall’8 settembre, in contemporanea con la seconda settimana dello Slam newyorkese, il tour si trasferirà in Europa, per una stagione di 5 settimane sulla terra battuta.

Si partirà dall’Atp 250 di Kitzbuhel per andare poi a Madrid, Atp Masters 1000 che comincerà il 13 settembre.

Il giusto rodaggio per tutti per farsi trovare pronti il 20 settembre al Foro Italico di Roma per un’edizione degli Internazionali BNL d’Italia, a 90 anni dalla prima del 1930, che a questo punto assume ancor più valore perché rimane nello stretto novero delle grandi manifestazioni sopravvissute alla pandemia di Coronavirus.

Dalla Capitale il circuito si sposterà a Parigi per lo Slam sulla terra battuta del Roland Garros, che a questo punto andrà in scena dal 27 settembre. Per il momento l’annuncio dell’Atp si ferma a questa data, non precludendo però lo svolgimento di una successiva stagione in Asia prima del finale di stagione europeo indoor che culminerà con le Nitto Atp Finals, ultima edizione londinese prima del trasferimento a Torino dove il torneo verrà organizzato dal 2021 al 2025.

Il nostro obiettivo è stato riprogrammare il maggior numero possibile di tornei e salvare il più possibile della stagione“, ha dichiarato Andrea Gaudenzi, Presidente dell’ATP. “È stato uno sforzo davvero collaborativo e speriamo di aggiungere più eventi al calendario man mano che la situazione si evolverà. Voglio ringraziare gli organizzatori dei nostri tornei per gli sforzi che stanno facendo per operare in questi tempi difficili, così come i nostri giocatori che si troveranno a gareggiare in condizioni diverse da quelle abituali. In ognuna di queste occasioni, garantire che la ripresa del Tour abbia luogo in un ambiente sicuro sarà l’aspetto fondamentale ”.

Parallelamente alla ripresa del circuito maggiore è prevista la ripresa di quello dei Challenger dalla settimana del 17 agosto.

Le classifiche ATP sono state congelate dal 16 marzo 2020 e questo è uno degli aspetti più delicati della ripresa.  L’ATP ha annunciato che sta a monitorando tutte le restrizioni sugli spostamenti dai vari Paesi e la possibilità per tutti di accedere ai vari tornei prima della ripresa del Tour. Poiché la situazione continua ad evolversi su base settimanale, nelle prossime settimane verrà presa una decisione in merito al modo più appropriato ed equo di far ripartire le classifiche in parallelo con la ripresa del Tour.

La Wta arriva a fine anno

 Mentre l’Atp si ferma con il calendario all’inizio di ottobre e annuncia per metà luglio il programma dei tornei che seguiranno il Roland Garros, la Wta propone già le date dei tornei fino a fine stagione.

Dopo Parigi le donne si sposteranno infatti in Asia. Prima in Corea del Sud a Seul dal 5 ottobre, poi in Cina con il filotto Pechino, Wuhan, Nanchang, Zhengzhou. Doppio appuntamento Mosca/Tokio la settimana del 2 novembre e poi ancora Cina con le Wta Finals a Shenzhen, il “masterino” di Zhuahai e un Open finale a GuangZhou.

Attualmente è previsto che i tornei si terranno a porte chiuse e ogni gara avrà un impatto organizzativo limitato, con solo giocatori e personale essenziale.

“Avendo valutato le prospettive globali per i viaggi nella seconda metà dell’anno, collaborando con i nostri esperti medici per fornire ambienti più sicuri possibile e affrontando le diverse sfide operative per lo svolgimento di eventi in sicurezza nel contesto di COVID-19, la WTA è lieta di poter proporre un calendario per il resto della stagione 2020 “, ha dichiarato Steve Simon, Presidente e CEO di WTA. “Per ora, l’energia vitale degli spettatori negli stadi ci mancherà molto, ma i nostri partner nelle trasmissioni televisive e i social media stanno esplorando nuovi modi per interagire con i nostri fantastici fan. In questo momento la nostra sincera speranza e il nostro primo desiderio è essere in grado di tornare a giocare quest’estate.”