News
In Evidenza

Il nuovo Baldi ‘Made in… Palermo’
Da Vigevano in Sicilia per emergere

Questo contenuto è stato pubblicato 4 anni fa. Potrebbe essere riferito ad un’edizione passata degli Internazionali BNL d’Italia.

Filippo Baldi non dimenticherà più il pomeriggio di fuoco sul campo numero 1 del Foro Italico, con migliaia di persone che tifavano solo lui, volevano solo lui, spingevano solo lui, con la veemenza che solo il pubblico da Roma sa scaricare (nel bene e nel male) sui tennisti italiani.

Non dimenticherà che ha superato un avversario tanto più forte e quotato di lui nel primo turno delle qualificazioni degli Internazionali BNL d’Italia, auto promuovendosi al secondo e decisivo turno per entrare nel tabellone principale del Masters 1000 al via domenica, contro Guillermo Garcia Lopez, un ostacolo ancor più difficile, al di là del numero di classifica, perché spagnolo solido e anche buona qualità. Ma, al di là della prossima battaglia, degli esami che non finiscono mai, nella vita, come nel tennis, il 22enne di Vigevano non dimenticherà che, finalmente, nel momento del bisogno, non ha fatto follie in attesa di tirar fuori dal cilindro del prestigiatore il coniglio, com’era solito da ragazzo-prodigio insieme Gianluigi Quinzi, col quale ha vinto anche la Junior Davis Cup e ha primeggiato a livello under 18.

Non dimenticherà che, quand’era stanco, teso, un po’ demoralizzato e quasi disperato, sul 3-5 0-30 del terzo set, contro un avversario tanto più esperto di lui, come l’ungherese Martin Fucsovics, e tanto più avanti nella classifica mondiale (n. 61 contro appena 368), non s’è perso, di testa, non ha cercato una ciambella di salvataggio dal destino, perché ha trovato la solidità che gli era sempre mancata. Quella che ha messo insieme da gennaio 2017 al Country Club di Palermo, alla scuola di Francesco Cinà (l’allenatore che ha portato in alto Roberta Vinci) e Francesco Aldi (l’ex pro che, da coach, ha creduto e crede tanto in lui). E così ha rovesciato la situazione, ha anche annullato un match point. Ma, soprattutto, ha esaltato la gente di casa, regalandosi emozioni uniche.

Filippo. Anzi, “Fiilìpppo… Fiilìpppo”, come l’ha incitato a gran voce la folla, spingendolo oltre l’ostacolo, ha sempre avuto i colpi, un bel rovescio naturale e un buon servizio, buon fisico e determinazione. Ma, per crescere, ha dovuto accettare il credo di coach Aldi, emigrando al Sud, dopo una girandola di guide tecniche e quindi di ripartenze: “La mia concezione del tennis moderno è che bisogna essere solidi col rovescio, ma fare i punti col servizio e dritto. Soprattutto, Filippo non si spostava sul dritto, non spingeva da quella parte, colpiva la palla, ma non faceva gioco. Abbiamo lavorato molto, per costruirgli questa solidità, creando tante situazioni di sofferenza. E dovremo ancora insistere molto. Perché è fondamentale che nei momenti cruciali lui stia lì e tenga botta. Il tennis è stress, è saper trovare la soluzione giusta proprio in quei momenti, che alleni, che prepari, che vivi prima della partita”.

Contro un giocatore di qualità come Garcia Lopez la regolarità non basterà. Sarà indispensabile anche cambiar ritmo e andare a rete. Cosa che, contro Fucsovics, Baldi non ha fatto mai. “La mano ce l’ha, come le soluzioni, ma la superficie in terra non l’ha aiutato come invece è successo col veloce indoor alle qualificazioni delle NextGen di Milano, dov’era anche in un periodo di particolare fiducia. Dovrà farlo, ma intanto sono molto contento per come ha saputo soffrire”, chiosa Aldi. Che, per via del suo 1.75 appena si fermato al numero 111 del mondo, ma poi da coach ha lanciato Marco Cecchinato nel mondo pro. E ora scommette su Baldi, che è 1.83 e ha una faccia da cinema: “Filippo ha capito che ho molta fiducia in lui e così abbiamo instaurato un rapporto umano molto buono, sul quale poi stiamo impiantando quello professionale. Il nostro feeling è cominciato nei tornei di paddle, quando abbiamo giocato in doppio insieme…”. Benedetto fu il paddle!

Leggi anche

Follow us

Official sponsor

  • BNL
  • BMW
  • Joma
  • RealeMutua
  • Emirates
  • Dunlop
  • Algida
  • Valmora
  • FrecciaRossa
  • Ricoh
  • Pepperstone
  • Hologic
  • Eni
  • TicketOne
  • Herbalife
  • Emu
  • Technogym
  • Solgar
  • Moscato D’Asti
  • Kimbo
  • Heineken

Iscriviti alla nostra newsletter

Completa la procedura di registrazione

Letta e compresa l'Informativa Privacy, espressamente e liberamente

il trattamento dei miei dati personali per le finalità di cui al paragrafo 3.1, ivi comprese quelle relative all’invio di newsletter, comunicazioni commerciali, promozionali e di marketing diretto attraverso sistemi di contatto totalmente automatizzati (ferma restando la possibilità di manifestare in qualsiasi momento la volontà di ricevere comunicazioni per le suddette finalità esclusivamente attraverso modalità di contatto tradizionali).

il trattamento dei miei dati personali per le finalità di cui al paragrafo 3.2, ivi comprese quelle relative all’invio di newsletter, materiale pubblicitario e/o comunicazioni e informazioni di natura commerciale e di marketing indiretto su servizi e prodotti, relativi ad offerte, sconti e ogni altra iniziativa promozionale e di fidelizzazione adottata dai nostri partner commerciali attraverso sistemi di contatto totalmente automatizzati (ferma restando la possibilità di manifestare in qualsiasi momento la volontà di ricevere comunicazioni per le suddette finalità esclusivamente attraverso modalità di contatto tradizionali).

Annulla

Registrazione avvenuta con successo

Close