News
In Evidenza

LA FAVOLA DI MUSETTI FA TAPPA A ROMA
“Giocare al Foro è un’emozione unica”

Questo contenuto è stato pubblicato 4 anni fa. Potrebbe essere riferito ad un’edizione passata degli Internazionali d’Italia.

Va di corsa Lorenzo Musetti. Campione di precocità, è stato l’unico italiano ad alzare il trofeo Juniores degli Australian Open, ad inizio 2019 quando la lancetta era ancora ferma sui suoi 16 anni. Appena un mese fa è diventato il primo giocatore nato nel 2002 a vincere una partita nel main draw di un Challenger (Sophia Antipolis). Il campioncino di Carrara è sbarcato al Foro Italico forte degli ottavi di finale raggiunti nel Challenger di Barletta, che gli sono valsi l’ingresso nei primi 500 dell’Atp, ora è numero 455.
E di corsa ha fatto irruzione anche nelle prequalificazioni degli Internazionali BNL d’Italia, lasciando appena un game al malcapitato Filippo Leonardi. “Sono molto soddisfatto del mio primo match qui. Ho giocato una buona partita soprattutto dal punto vista mentale, gestendo al meglio emozioni e pressioni davanti ad un pubblico già abbastanza numeroso. Da italiano è un sogno giocare al Foro Italico e provo sentimenti speciali, l’obiettivo è ottenere le wild card per disputare il “vero” torneo. Sarà dura, già al prossimo turno mi aspetta un avversario tosto come Andrea Pellegrino, che conosco molto bene”.
Al termine del match vinto sul campo 2, Lorenzo è stato subissato di richieste per selfie e autografi. Una popolarità improvvisa che, dopo l’exploit agli Australian Open, non è stata facile da gestire per un ragazzo di 17 anni. “Dopo Melbourne è cambiato molto, sono finito sotto i riflettori. Djokovic mi ha taggato in una storia e c’è stato un vero e proprio boom di follower. Nella mia testa sono rimasto umile, ma nei primi tornei dopo l’Australia avevo tanta attenzione e pressione. Ultimamente ho imparato a conviverci e mi sono sbloccato, ritrovando il mio miglior tennis”.
Un pedigree unico a livello Juniores per Musetti, da tradurre in risultati anche tra i Pro. L’enfant prodige del nostro tennis però è in buona compagnia e questo può aiutarlo a dividere, con i compagni di percorso, responsabilità e pressioni dovute alle grosse aspettative. “A parte i vari Berrettini e Sonego, che sono già arrivati, siamo in tanti a sperare nel grande salto. C’è Sinner, ma anche Zeppieri, Jacopo Berrettini e molti altri con cui condividere le tensioni. Siamo tutti molto amici, ci sentiamo una squadra e vogliamo arrivare in alto, e questo è un bene sia per il movimento del tennis italiano che per noi a livello individuale”.
“Gioca semplice, routine” è il mantra del suo coach Simone Tartarini. Ma il tennis di Musetti è tutt’altro che ordinario e monocorde. Accelerazioni improvvise, soprattutto col rovescio ad una mano, slice mortifero, e palle corte a spezzare il ritmo dell’avversario. Un repertorio completo, non sempre facile da tradurre in risultati soprattutto al cospetto dei Pro. “Da Junior puoi permetterti più alti e bassi, nel circuito professionistico devi raggiungere un’intensità e una qualità superiore, ci vuole più costanza nel corso del match. A me piace molto variare il gioco, ma, come mi ripete spesso il mio allenatore, questa deve essere un’alternativa e non devo cadere negli eccessi. Stiamo lavorando su questo, proprio per trovare un buon equilibrio”.
La prima pietra è stata posta, ora bisogna costruire tutto il resto, per arrivare più in alto possibile. Ma dove? “Adesso voglio giocare più Challenger possibile per costruirmi una classifica, l’obiettivo è entrare tra i top 300 entro fine anno. A livello Juniores giocherò soltanto Roland Garros e Wimbledon e spero di chiudere lil 2019 in testa al ranking, anche se non è la mia priorità”.

Leggi anche

Official sponsor

  • BNL
  • BMW
  • Joma
  • RealeMutua
  • Emirates
  • Dunlop
  • Algida
  • Valmora
  • FrecciaRossa
  • Ricoh
  • Pepperstone
  • Hologic
  • Eni
  • TicketOne
  • Herbalife
  • Emu
  • Technogym
  • Solgar
  • Moscato D’Asti
  • Kimbo
  • Heineken

Iscriviti alla nostra newsletter

Completa la procedura di registrazione

Letta e compresa l'Informativa Privacy, espressamente e liberamente

il trattamento dei miei dati personali per le finalità di cui al paragrafo 3.1, ivi comprese quelle relative all’invio di newsletter, comunicazioni commerciali, promozionali e di marketing diretto attraverso sistemi di contatto totalmente automatizzati (ferma restando la possibilità di manifestare in qualsiasi momento la volontà di ricevere comunicazioni per le suddette finalità esclusivamente attraverso modalità di contatto tradizionali).

il trattamento dei miei dati personali per le finalità di cui al paragrafo 3.2, ivi comprese quelle relative all’invio di newsletter, materiale pubblicitario e/o comunicazioni e informazioni di natura commerciale e di marketing indiretto su servizi e prodotti, relativi ad offerte, sconti e ogni altra iniziativa promozionale e di fidelizzazione adottata dai nostri partner commerciali attraverso sistemi di contatto totalmente automatizzati (ferma restando la possibilità di manifestare in qualsiasi momento la volontà di ricevere comunicazioni per le suddette finalità esclusivamente attraverso modalità di contatto tradizionali).

Annulla

Registrazione avvenuta con successo

Close