LEGGENDA vs. NEXT GENERATION
Mercoledì da urlo: in campo tutti i Fab Four

Non è un caso che la giornata del mercoledì sia spesso la più affollata del torneo. Esordiscono tutti i migliori, ci sono un mucchio di partite e il livello di gioco è già altissimo. Ma quest’anno gli Internazionali BNL d’Italia hanno esagerato: raramente, molto raramente, era capitato che tutti i Big Four giocassero nello stesso giorno, almeno al primo turno. Accadrà a Roma, tanto che gli organizzatori sono stati costretti a collocare il match di Andy Murray sul Grandstand, dove peraltro il programma è straordinario. Sarà una giornata incredibile, per un totale di 34 partite. Consigliare un itinerario è fin troppo facile, visti i pezzi grossi in campo. La partita del giorno andrà in scena subito, a mezzodì, quando scenderà in campo Roger Federer. Contro di lui, Alexander Zverev. 16 anni di differenza tra un ex numero 1 e un (probabile) futuro numero 1. A parte l’enorme significato tecnico del match, ci saranno anche tanti significati extra-tennistici. Un match da seguire con trepidazione e anche un pizzico di emozione. Non c’è dubbio che il Campo Centrale si riempirà già a mezzogiorno, in linea con i record di biglietteria che il Foro Italico sta festeggiando in questi giorni. Federer-Zverev è un match talmente importante che è un peccato averlo solo al primo turno. Talmente importante da mettere in secondo piano Sousa-Thiem e Bouchard-Kerber, alternative validissime per chi non possiede il biglietto del Centrale. Prima di Federer-Zverev ci sarà un’ora di “riscaldamento” con ben cinque match femminili. Il consiglio? Puig-Ostapenko. Due ragazze in ascesa e in gran forma, nomi che potranno dire cose interessanti in futuro. Per vedere Muguruza e Azarenka, si spera, ci sarà tempo nei prossimi giorni. Dopo Federer, sul Centrale sarà il momento di Novak Djokovic. Considerando la modesta caratura dell’avversario (anche se Stephena Robert ha una storia interessante: è uno dei più grandi “Lazzaro” del tennis recente), Nole non si offenderà se vi “mandiamo” sul Campo Centrale a sostenere Andreas Seppi, impegnato contro Richard Gasquet nella tipica missione “difficile ma non impossibile”.Onestamente il francese è favorito, se non altro perché Seppi è appena tornato dopo un periodo di stop. Però il Pietrangeli, certi ricordi e il Roland Garros imminente per un francese…chissà che non ci scappi il miracolo.
La bandiera tricolore sventolerà ancor di più quando scenderà in campo Roberta Vinci, terzo match sul Campo Centrale. Ultima azzurra in gara, avrà un’avversaria difficile come Johanna Konta, splendida semifinalista all’Australian Open. La britannica non ama la terra battuta ma viene da un successo convincente sull’altra Johanna, la svedese Larsson. Roberta può farcela, ma dovrà prestare massima attenzione al servizio della Konta, la cui seconda di servizio è forse la migliore del tour. In contemporanea, oltre a Gavrilova-Halep (interessante) c’è la super-sfida tra bombardieri: Nick Kyrgios e Milos Raonic. Il canadese ha più esperienza, soprattutto sulla terra battuta. Però ha sofferto per battere Cecchinato, e l’australiano sembra “caldissimo” nel periodo. Forse è addirittura favorito.
Un menù del genere dovrebbe essere sufficiente per soddisfare anche i palati più esigenti, ma sappiamo bene che l’appassionato di tennis andrebbe anche a dormire, con una racchetta tra le braccia. Per questo, c’è una sessione serale super. Alle 19.30 ci sarà l’atteso esordio di Rafael Nadal, sette volte vincitore agli Internazionali d’Italia. Non sarà un match semplice: vuoi perché ha qualche problema fisico al polso “Ho sentito qualcosa a Madrid, ma spero che non sia niente di serio”, vuoi perché il suo avversario può far paura. Philipp Kohlschreiber è in gran forma e lo ha già sfidato qualche settimana fa in semifinale a Barcellona, uscendo dal campo tutt’altro che umiliato. Sarà un test molto interessante, anche perché la sessione serale propone sempre condizioni inedite, difficili anche per i migliori. Chiuderà il programma un match super-interessante: Petra Kvitova e Madison Keys si sfidano in un potenziale martellamento di colpi vincenti. Una top-player contro una futura top-player, ma con forti ambizioni già nell’immediato. Davvero da non perdere. Perché lo sappiamo che sarete ancora in pista, pur essendo partiti alle 11 del mattino.