News
In Evidenza

Masha che fatica
con la ‘piccola’ Barty!

Questo contenuto è stato pubblicato 4 anni fa. Potrebbe essere riferito ad un’edizione passata degli Internazionali BNL d’Italia.

Due ore e mezza di lotta in un tardo pomeriggio romano dal clima tutt’altro che primaverile. L’esordio di Maria Sharapova agli Internazionali BNL d’Italia non è stato esattamente una passeggiata. Merito della sua avversaria, l’australiana Ashleigh Barty, numero 18 Wta e 16esima testa di serie, che si è arresa solo per 7-5 3-6 6-2 e che, a dispetto di quanto dichiarato, ha dimostrato di sapersela cavare piuttosto bene anche sul “rosso”.

Masha, numero 40 Wta, ha vinto un primo set nel quale si è complicata la vita: nel secondo parziale è partita con un break di vantaggio durato pochissimo finendo per subire la varietà di colpi dell’aussie (che le rende ben 22 centimetri in statura, un metro e 66 contro 1,88)  che è volata 5-2 prima di pareggiare il conto dei set al nono game. Nella terza frazione Sharapova è andata sotto 0-40 nel terzo gioco, si è tirata fuori dalla buca e nel game successivo ha strappato il servizio alla Barty allungando poi sul 4-1 prima di archiviare la pratica per 6-2. Prossimo ostacolo – mercoledì – la slovacca Dominika Cibulkova, numero 34 del ranking mondiale: tre pari il bilancio dei precedenti (2-2 sulla terra) ma le due non si incrociano da oltre quattro anni.

“Le condizioni erano difficili. Abbiamo dovuto attendere a lungo e mi è sembrato di giocare tre match differenti: con la luce e l’ombra, con un avversaria complicata, con il freddo”, ha detto Masha, che lunedì si è anche allenata un po’ con Rafa Nadal. “Beh ho visto che si stava allenando sul campo affianco e mi sono detta ‘perché non andare lì e chiedergli di scambiare qualche colpo?’, e così ho fatto. Credo non ci sia nulla di tanto strano”, ha aggiunto sorridendo. “Questo è stato un torneo speciale per la mia carriera. Qui ho disputato dei grandi match e di solito è l’ultimo torneo che gioco prima del Roland Garros, quindi è davvero importante per me”, ha concluso la 31enne siberiana.

“Punto a sfidare le più forti, sempre: perché sono le giocatrici che voglio battere”. Questa è Maria Sharapova. Personaggio unico, simpatica o antipatica la si possa trovare. Maria non è solo una campionessa che è riuscita ad arrivare al numero uno del ranking e a completare il Career Grand Slam, vincendo il suo primo Roland Garros nel 2012. Ma è anche un’icona dello star system e soprattutto una grande promotrice di se stessa. E’ riuscita a mettersi alle spalle pure i 15 mesi di qualifica (era stata trovata positiva al Meldonium in un controllo antidoping durante gli Aus Open 2016) anche se dal rientro, poco più di un anno fa a Stoccarda, ha alternato grandi match a sconfitte inattese, ha accusato diversi infortuni (il primo proprio a Roma, un anno fa, in un martedì da incubo nel quale aveva rimediato anche il “no” alla wild card per Parigi) e soprattutto non è ancora riuscita a riguadagnare una classifica accettabile, almeno per lei (attualmente è numero 40).

Masha è una che non molla: ”è importante fare sogni e farli grandi, altrimenti è difficile alzarsi la mattina”, ha ripetuto spesso. Nel suo palmares figurano 36 titoli, tra cui 5 Major (vincendo Parigi nel 2012 ha anche realizzato il Career Grand Slam). E’ stata l’atleta donna più pagata al mondo ed è la più seguita: durante la sua assenza dal tour hanno sentito la sua mancanza non solo i suoi fan ma anche gli organizzatori dei tornei, che fin dal rientro l’hanno subissata di wild card. Molto meno le sue colleghe….

Con Roma ha un rapporto speciale: fattasi attendere non poco dagli appassionati, lei che diceva di sentirsi sulla terra come una “mucca sul ghiaccio”, ha improvvisamente scoperto il “rosso” inanellando al Foro Italico due successi back-to-back (2011-2012) – preludio ai due trionfi del Roland Garros del 2012 e 2014 – e poi nel 2015 ha concesso il tris.

Leggi anche

Follow us

Official sponsor

  • BNL
  • BMW
  • Joma
  • RealeMutua
  • Emirates
  • Dunlop
  • Algida
  • Valmora
  • FrecciaRossa
  • Ricoh
  • Pepperstone
  • Hologic
  • Eni
  • TicketOne
  • Herbalife
  • Emu
  • Technogym
  • Solgar
  • Moscato D’Asti
  • Kimbo
  • Heineken

Iscriviti alla nostra newsletter

Completa la procedura di registrazione

Letta e compresa l'Informativa Privacy, espressamente e liberamente

il trattamento dei miei dati personali per le finalità di cui al paragrafo 3.1, ivi comprese quelle relative all’invio di newsletter, comunicazioni commerciali, promozionali e di marketing diretto attraverso sistemi di contatto totalmente automatizzati (ferma restando la possibilità di manifestare in qualsiasi momento la volontà di ricevere comunicazioni per le suddette finalità esclusivamente attraverso modalità di contatto tradizionali).

il trattamento dei miei dati personali per le finalità di cui al paragrafo 3.2, ivi comprese quelle relative all’invio di newsletter, materiale pubblicitario e/o comunicazioni e informazioni di natura commerciale e di marketing indiretto su servizi e prodotti, relativi ad offerte, sconti e ogni altra iniziativa promozionale e di fidelizzazione adottata dai nostri partner commerciali attraverso sistemi di contatto totalmente automatizzati (ferma restando la possibilità di manifestare in qualsiasi momento la volontà di ricevere comunicazioni per le suddette finalità esclusivamente attraverso modalità di contatto tradizionali).

Annulla

Registrazione avvenuta con successo

Close