News
In Evidenza

Medvedev ora ci crede: grande tennis e semifinale

Cresce la condizione e fiducia “sul rosso” del n.3 al mondo. Con un’ottima prestazione supera la sorpresa del torneo Hanfmann e vola in semifinale per la prima volta agli Internazionali BNL d’Italia. Aspetta il vincente del quarto Tsitsipas – Coric

Questo contenuto è stato pubblicato 11 mesi fa. Potrebbe essere riferito ad un’edizione passata degli Internazionali d’Italia.

“Non amo giocare sulla terra battuta, ma più ci gioco, più gioco meglio”. Aveva ragione Daniil Medvedev all’inizio degli Internazionali BNL d’Italia, questa terra battuta tanto indigesta alla fine può anche farsela piacere, prendere fiducia fino a domarla e giocare il suo miglior tennis. Proprio quello ammirato dal pubblico del Centrale nel match di quarti di finale contro Yannick Hanfmann, vinto nettamente col punteggio di 62 62 in un’ora e venti minuti di gioco. Un successo che apre al n.3 del ranking ATP le porte delle semifinali agli IBI, ottimo risultato visto che finora in carriera il 27enne di Mosca non aveva ancora vinto un singolo match nel torneo.

Daniil aspetta il vincente dell’ultimo quarto di finale che oppone Borna Coric a Stefanos Tsitsipas. Forte di un tennis di altissimo livello, l’ex n.1 al mondo ora crede nelle proprie possibilità anche al Foro Italico. “Non è mai bello dire queste cose prima dell’avvio di un torneo, ancor più qua visto che non ero mai riuscito a vincere nemmeno una partita, ma sentivo in allenamento che stavo giocando davvero bene” afferma Medvedev a caldo a fine partita. “È splendido essere arrivato in semifinale. Lui ha giocato molto aggressivo e profondo, sapevo che non sarei riuscito a condurre molto gli scambi, ma ho rimesso dall’altra parte della rete più palle possibili, rigiocandole profonde e portandolo a sbagliare per primo. Sono riuscito a neutralizzare i suoi colpi”.

Un’analisi lucida quella di Medvedev, che riassume in poche parole un incontro dominato fin dalle prime battute e nel quale ha messo in mostra i propri punti di forza, che lo rendono un giocatore straordinario e assolutamente diverso da tutti i suoi avversari. Pur in una giornata non delle migliori al servizio (solo il 56% di prime palle in campo, vincendo però tre punti su quattro, con ben sette doppi falli), nei momenti decisivi ha trovato l’ace o una traiettoria che ha messo in difficoltà Hanfmann. Fantastico invece il suo rendimento in risposta e in difesa, dove si notano i veri passi in avanti del suo gioco sul “rosso”.

Daniil Medvedev (foto Fioriti)
Roma 18 maggio 2023 Internazionali BNL d’Italia 2023 Daniil Medvedev – Foto Adelchi FIoriti/FITP

Uno dei suoi punti di forza è l’abilità nell’arrivare sulla palla e trovare angoli, passanti, accelerazioni e tagli che mandano in tilt gli schemi dei rivali. Sulla terra battuta una certa difficoltà nello spostamento, soprattutto nella frenata, ha sempre reso la difesa del moscovita meno precisa e continua. Non in questo torneo, non nella partita contro Hanfmann, nella quale Daniil ha prodotto delle vere e proprie meraviglie tecniche, esaltando il pubblico del Foro Italico e demolendo le certezze del rivale. Quando Medvedev ribalta così gli scambi, con angoli impossibili e cambi di ritmo che spiazzano l’avversario, è spettacolo puro e batterlo diventa un’impresa per tutti.

Quella appena conquistata da Medvedev agli IBI23 battendo il 31enne di Karlsruhe è la seconda semifinale in carriera in un Masters 1000 su terra battuta dopo Monte Carlo 2019, e dodicesima complessiva in tornei di questa categoria.

Hanfmann inizia il match più importante in carriera al servizio e la sua tensione è evidente. Colpisce con braccio bloccato e piedi pesanti, la sua palla in scambio vola via, per un break immediato, senza vincere un punto. Anche Medvedev però non ha un avvio felice, commette due doppi falli, il secondo sulla palla del contro break, che fissa lo score sull’1 pari. Il livello di gioco sale vertiginosamente nel terzo game, tra le risposte vincenti di Daniil (incredibile una incrociata giocata da metri fuori dal campo) e le splendide smorzate di Yannick, che puniscono la posizione molto arretrata del moscovita nello scambio. Medvedev si prende un altro break alla terza chance, con un passante basso difficile da gestire e scappa via con un game di servizio perfetto (3-1).

Hanfmann non riesce a sfruttare lo spazio lasciato dal rivale, prova a spingere e cerca la palla corta, ma le difese e contrattacchi di Medvedev sono formidabili, sostenuto da una grande velocità e un tocco di palla da campione. Il tedesco cede a 15 un altro turno di servizio (il terzo consecutivo) per il 4-1 a favore dell’ex n.1 del mondo, ora in totale controllo del match. Daniil serve per chiudere il primo set sul 5-2, commette due errori e un doppio fallo per il 15-40, ma rimedia con il servizio, un ace e altre due bordate ingestibili. 6-2 in 38 minuti, un parziale senza storia dopo la partenza “lenta”. 80% di punti vinti con la prima in campo e il 61% in risposta sul primo servizio dell’avversario.

Yannick Hanfmann (foto Fioriti)
Roma 18 maggio 2023 Internazionali BNL d’Italia 2023 Yannich Hanfmann – Foto Adelchi FIoriti/FITP

Purtroppo per Hanfmann la musica non cambia all’avvio del secondo set. Medvedev risponde in modo incredibile e la pressione del tedesco non porta all’errore il rivale, che alla seconda palla break scappa subito in vantaggio. Nel secondo gioco il pubblico del Centrale scatta in piedi sul passante di diritto stretto e vincente di Medvedev, a chiusura di un’altra difesa straordinaria. Forza molto col servizio il moscovita, fin troppo, tanto da commettere due doppi falli consecutivi che gli costano una palla del contro break. La cancella a modo suo, con un altro servizio imprendibile, terribilmente preciso e tagliato. Con le spalle al muro, Hanfmann si è finalmente liberato dalla tensione, carica a tutta i suoi colpi e chiama a rete Medvedev con ottimi tagli. C’è spettacolo, è il momento migliore del match, il pubblico apprezza la lotta in campo. Daniil annulla un’altra palla break, di forza, e consolida il vantaggio (2-0).

Il canovaccio dell’incontro non cambia: Yannick spinge, rischia l’accelerazione a tutto braccio e prova a chiamare a rete Daniil, che si difende in modo straordinario e all’improvviso cambia ritmo e trova lo spazio per l’affondo vincente. Hanfmann cede per la quinta volta il turno di servizio nel quinto game, per il 4-1 Medvedev, ma si toglie la soddisfazione di strappare un altro break al forte rivale, toccando con ottima mano sotto rete un tentativo di palla corta di Daniil. Il 27enne di Mosca si riprende la scena con una difesa incredibile sullo 0-30, copre tutto il campo con una velocità pazzesca e corre avanti a prendersi il punto con un controllo del corpo e della palla magnifico. Vince di nuovo un game in risposta (il sesto) per il 5-2. Chiude alla seconda palla match, congratulandosi sulla rete con Hanfmann, protagonista di uno splendido torneo nel quale ha battuto due top10.

Leggi anche

Title Partner

  • BNL

Main Partner

  • BMW
  • Joma
  • RealeMutua

Official Partner

  • Algida
  • Moscato D’Asti
  • Auricchio
  • Dunlop
  • eCampus
  • Edison
  • Emirates
  • Emu
  • Hologic
  • Yokohama
  • Nilox
  • RTL
  • Rummo
  • Technogym
  • TicketOne
  • Valmora
  • Vechain

Official Supplier

  • Heineken
  • St.Germain

Iscriviti alla nostra newsletter

Completa la procedura di registrazione

Letta e compresa l’Informativa Privacy, espressamente e liberamente

il trattamento dei miei dati personali per le finalità di cui al paragrafo 3.2

Annulla

Registrazione avvenuta con successo

Close
x ()