News
In Evidenza

Musetti, l’interruzione non fa male: rimonta su Tiafoe completata

Dopo la sospensione per pioggia Musetti riprende la sfida contro Tiafoe e si aggiudica 6-3 il terzo set. L’azzurro affronterà negli ottavi il numero 5 del mondo Tsitsipas che ha eliminato Sonego

Lorenzo Musetti (foto Sposito)

Questo contenuto è stato pubblicato 11 mesi fa. Potrebbe essere riferito ad un’edizione passata degli Internazionali d’Italia.

Missione rimonta completata per Lorenzo Musetti. Era nel suo momento di massima ascesa il carrarino, quando lunedì sera la pioggia ha fermato il suo tentativo di capovolgere il risultato contro Frances Tiafoe e il gioco è stato prima interrotto e poi definitivamente sospeso con l’azzurro in vantaggio 57 64 2-1 e servizio.

Il numero 2 d’Italia è tornato in campo oltre 15 ore dopo conquistando 6-3 il terzo e decisivo set e spezzando le speranze dello statunitense numero 12 del mondo. Musetti è così approdato agli ottavi di finale degli 80esimi Internazionali BNL d’Italia dove affronterà per la quinta volta in carriera Stefanos Tsitsipas, che ha a sua volta terminato il proprio match dopo la sospensione per maltempo superando 63 76(3) Lorenzo Sonego. Il greco numero 5 del mondo si è aggiudicato tutti i precedenti, l’ultimo ad aprile nelle semifinali del ‘500’ di Barcellona.

Così prima della sospensione

Musetti parte forte e strappa subito il servizio allo statunitense, che sembra faccia difficoltà ad entrare mentalmente in partita. Il carrarino risponde da un paio di metri dalla linea di fondo e, come ammesso da lui stesso dopo la precedente vittoria contro Arnaldi, lascia “sfogare” il suo avversario. Una tattica che si rivela solo inizialmente vincente e meno efficace al passare dei game, con il risultato che Tiafoe recupera lo svantaggio e si porta avanti 6-5.

Il cielo coperto del Foro Italico inizia a far cadere le prime gocce e con loro arrivano anche le occasioni per il 25enne di Hyattsville, che mette sempre più pressione in risposta all’azzurro e inizia ad inimicarsi il pubblico con un primo servizio da sotto. Musetti vede così arrivare i primi set point per il numero 12 del ranking, che alla terza occasione approfitta di un doppio fallo sciagurato del toscano per portare a casa la prima frazione.

Lorenzo Musetti (foto Sposito)
Lorenzo Musetti (foto Sposito)

Il tifosi della Grand Stand Arena capiscono che il “suo” giocatore è in difficolta e iniziano ad incitarlo con ancora più enfasi ad ogni punto che conquista. Sugli spalti anche il centrocampista della Lazio Danilo Cataldi. Tiafoe capisce il momento e, come già accaduto in più occasioni durante la sua carriera, non si tira indietro continuando al contrario a provocare il pubblico romano con un’altra battuta dal basso e una serie di vistose perdite di tempo tra la prima e la seconda di servizio.

Adesso però il motivo della partita è cambiato, a differenza del meteo, con Musetti che è più padrone del campo. L’azzurro testa di serie numero 18 scardina sempre di più la difesa di un Tiafoe ora innervosito anche dalle condizioni del campo, che finisce per cedere due volte la battuta. Un primo set point per il 21enne di Carrara termina oltre la linea di fondo insieme al suo diritto steccato, quindi il primo doppio fallo del suo set gli nega la possibilità di riequilibrare il punteggio. Servizio che tradisce ma che poi viene in soccorso del numero 2 d’Italia, che con una prima precisa riesce così ad allungare la partita al terzo e decisivo set.

Frances Tiafoe (foto Sposito)
Frances Tiafoe (foto Sposito)

Dopo la pioggia la musica non cambia

Terzo e decisivo set che si apre oltre 16 ore dopo l’interruzione con Musetti al servizio sul 2-1 grazie al break conquistato in apertura sotto la pioggia, proprio nel momento di maggior nervosismo di Tiafoe che spingeva animatamente da qualche game affinché si smettesse di giocare.

Dopo tre giochi senza punti da parte del giocatore in risposta il classe 2002 toscano si porta 0-40 sul 4-2. Gli spettatori della Grand Stand non sono più gli stessi della sera prima ma il loro tifo e il loro numero non è cambiato, incitano al grido di “Lorenzo, Lorenzo” l’azzurro che però vede annullate tutte e tre le palle break avute consecutivamente. Ma è solo rimandato di un game in risposta il tentativo di chiudere in fretta la partita perché, come dirà lui stesso poco più tardi a tutti i suoi tifosi sui social, ad attendere Musetti stasera c’è un altro appuntamento decisamente impegnativo contro il finalista della scorsa edizione.

Leggi anche

Title Partner

  • BNL

Main Partner

  • BMW
  • Joma
  • RealeMutua

Official Partner

  • Algida
  • Moscato D’Asti
  • Auricchio
  • Dunlop
  • eCampus
  • Edison
  • Emirates
  • Emu
  • Hologic
  • Yokohama
  • Nilox
  • RTL
  • Rummo
  • Technogym
  • TicketOne
  • Valmora
  • Vechain

Official Supplier

  • Heineken
  • St.Germain

Iscriviti alla nostra newsletter

Completa la procedura di registrazione

Letta e compresa l’Informativa Privacy, espressamente e liberamente

il trattamento dei miei dati personali per le finalità di cui al paragrafo 3.2

Annulla

Registrazione avvenuta con successo

Close
x ()