News
In Evidenza

Nadal batte in rimonta un grande Gulbis

Questo contenuto è stato pubblicato 9 anni fa. Potrebbe essere riferito ad un’edizione passata degli Internazionali BNL d’Italia.

La partita del torneo. Almeno fin qui. Nadal-Gulbis, match degli ottavi di finale degli Internazionali BNL d’Italia in corso al Foro Italico, non ha deluso le aspettative. Soprattutto di chi si ricordava un’altra incredibile sfida tra i due, la semifinale a Roma nel 2010. Ha vinto in rimonta lo spagnolo che ha chiuso 16 75 64, in due ore e 37’, qualificandosi per i quarti di finale. Il match – Dire partenza a razzo non definisce la potenza sfoderata da Gulbis nel primo set: con il servizio, con il diritto, con il rovescio. Rafa rischia seriamente di prendere un 60 e sembra assolutamente incapace di trovare una soluzione per arginare i colpi del lettone. Secondo set che comincia sulla falsa riga del primo: il maiorchino annulla non senza fatica due palle break nel terzo gioco. Estremo equilibrio – ma con lo spagnolo che fa molta più fatica a tenere i turni di servizio – fino all’ottavo gioco quando il 24enne di Riga cancella la prima palla break del match con un terrificante diritto anomalo ad uscire. Poco dopo però spedisce fuori il rovescio ed è break Nadal. Nel game successivo la fortuna – sotto forma di nastro che rende impredibile la risposta – restituisce a Gulbis quanto gli ha tolto poco prima. Ancora tre palle break – che sono altrettanti set point – per Nadal nel decimo gioco: il lettone li cancella con un drop shot, un ace ed un diritto sulla riga e dopo altri due vincenti è cinque pari. Nel dodicesimo gioco ancora due set point per Rafa: Ernests annulla il primo ma sul secondo spedisce in rete il diritto. Nel set decisivo tutto “tranquillo” fino al sesto gioco quando un Gulbis un po’ affaticato concede due palle break: basta la prima (ancora un diritto fuori) e Nadal sale 4-2. Match finito? Tutt’altro. Contro break immediato di Gulbis che rientra in partita e riagguanta lo spagnolo sul quattro pari. Al decimo gioco arrivano due palle break di fila che sono altrettanti match point: Gulbis li cancella, uno con il servizio ed uno con uno smash. Ma poco dopo arriva il terzo ed il lettone spedisce fuori il diritto. Rafa può esultare, anche questa volta contro il lettone se l’è vista davvero brutta. Il Rafa pensiero – “Se sei la quinta testa di serie hai un tabellone duro, c’è poco da dire. Ma essere il quinto giocatore del ranking dopo essere stato fermo per sette mesi è già un miracolo! Con Ferrer sarà una partita difficile. Sono ancora vivo dopo un match durissimo e sono felice di essere nei quarti. Lo ripeto, il mio unico obiettivo è rimanere in buona salute”. Ed a chi gli comunica che Gulbis ha detto di essere stato il migliore in campo, Rafa puntualizza: “Il tennis non è come il calcio: non basta fare un goal per vincere. Devi stare lì e combattere punto dopo punto. Ho lottato su ogni palla ed in questo sono stato il migliore. Gulbis è un giocatore fortissimo ma ha bisogno ancora di trovare il ritmo giusto in partita. Andava sempre dall’arbitro a chiedere conferme, ma se io chiamo una palla fuori vuol dire che è fuori. A parte questo, lui ha veramente un grande potenziale”. Roma, te quiero – Il 26enne mancino di Manacor, reduce dal trionfo di Madrid, a Roma punta al settimo titolo dopo i successi del 2005, 2006, 2007, 2009, 2010 e 2012. Il “Signore della terra”, rientrato a febbraio dopo uno stop di sette mesi per l’infortunio al ginocchio, in questa stagione ha disputato sette tornei vincendone cinque (di cui uno, Indian Wells, sul cemento) e perdendo due volte in finale: da Zeballos a Vina del Mar (il torneo del rientro) e da Djokovic a Montecarlo. Derby di Spagna – Nei quarti Rafa troverà David Ferrer (4) che si è goduto una giornata di riposo a causa del ritiro di Philipp Kohlschreiber. Il tedesco, numero 22 del ranking mondiale, si è ritirato a causa di un problema di vertigini. Nel bilancio dei confronti diretti Rafa il maiorchino è avanti per 18-4 su David il valenciano ed ha vinto le ultime sette sfide, tutte giocate sul rosso. L’ultima si è disputata la scorsa settimana nei quarti del Masters 1000 di Madrid con Ferrer andato veramente vicino a battere Nadal.

Leggi anche

Follow us

Official sponsor

  • BNL
  • BMW
  • Joma
  • RealeMutua
  • Emirates
  • Dunlop
  • Algida
  • Valmora
  • FrecciaRossa
  • Ricoh
  • Pepperstone
  • Hologic
  • Eni
  • TicketOne
  • Herbalife
  • Emu
  • Technogym
  • Solgar
  • Moscato D’Asti
  • Kimbo
  • Heineken

Iscriviti alla nostra newsletter

Completa la procedura di registrazione

Letta e compresa l'Informativa Privacy, espressamente e liberamente

il trattamento dei miei dati personali per le finalità di cui al paragrafo 3.1, ivi comprese quelle relative all’invio di newsletter, comunicazioni commerciali, promozionali e di marketing diretto attraverso sistemi di contatto totalmente automatizzati (ferma restando la possibilità di manifestare in qualsiasi momento la volontà di ricevere comunicazioni per le suddette finalità esclusivamente attraverso modalità di contatto tradizionali).

il trattamento dei miei dati personali per le finalità di cui al paragrafo 3.2, ivi comprese quelle relative all’invio di newsletter, materiale pubblicitario e/o comunicazioni e informazioni di natura commerciale e di marketing indiretto su servizi e prodotti, relativi ad offerte, sconti e ogni altra iniziativa promozionale e di fidelizzazione adottata dai nostri partner commerciali attraverso sistemi di contatto totalmente automatizzati (ferma restando la possibilità di manifestare in qualsiasi momento la volontà di ricevere comunicazioni per le suddette finalità esclusivamente attraverso modalità di contatto tradizionali).

Annulla

Registrazione avvenuta con successo

Close