NADAL RIDIMENSIONA DIMITROV E PRENOTA L’OTTAVO TROFEO

La legge di Rafa non lascia scampo. Nadal liquida 62 62, in un’ora e 22′, il bulgaro Grigor Dimitrov e raggiunge per la nona volta in carriera la finale agli Internazionali BNL d’Italia. Con l’obiettivo di allungare ad otto trofei il suo record romano. Domenica dall’altra parte della rete lo spagnolo troverà il serbo Novak Djokovic, l’unico capace di batterlo in una finale al Foro Italico (2011).

Rafael Nadal (Foto G. Sposito)

Rafael Nadal (Foto G. Sposito)

Questa volta Rafa va veloce. E impartisce una durissima lezione a “baby Federer” (magari …). Dimitrov nemmeno entra in partita, frastornato da un inizio sprint del maiorchino. Nadal non ha nessuna intenzione di complicarsi la vita: brekka il bulgaro una prima volta al secondo gioco e poi si ripete nel sesto archiviando il set all’ottavo gioco. Nella seconda frazione la musica non cambia con Nadal che strappa subito la battuta al bulgaro. Grigor accenna una timida reazione, si procura due palle per il contro-break ma le spreca. Giusto per sicurezza il maiorchino mette a segno un altro break nel quinto game prima di chiudere all’ottavo gioco dopo aver concesso il brivido di una palla break, prontamente cancellata.

Grigor Dimitrov (Foto G. Sposito)

Grigor Dimitrov (Foto G. Sposito)

“Dovete abituarvi a vedermi soffrire”, aveva detto qualche giorno fa il 27enne mancino di Manacor, che si era anche detto contento di giocare match di  tre set perché solo così può testare davvero il suo stato di forma. Il Nadal votato a passione e sofferenza dei primi tre turni ha lasciato improvvisamente il posto al Rafa vero, il “signore della terra”. Lo spagnolo è arrivato a Roma reduce dal successo di Madrid dove ha conquistato l’ennesimo titolo sul rosso, il 44esimo (a due lunghezze sole di distanza dal record dell’argentino Guillermo Vilas, 46). Al Foro Rafa punta all’ottavo sigillo: agli Internazionali BNL d’Italia, infatti, il maiorchino ha già trionfato sette volte (2005, 2006, 2007, 2009, 2010, 2012 e 2013) su un totale di otto finali disputate: l’unica sconfitta Rafa l’ha rimediata da Novak Djokovic nel 2011. E nella finale di domenica troverà dall’altra parte della rete proprio il 26enne di Belgrado: il bilancio degli scontri diretti vede il maiorchino in vantaggio per 22 a 18. Lo spettacolo è assicurato.

Rafael Nadal (Foto G. Sposito)

Rafael Nadal (Foto G. Sposito)