News
In Evidenza

SEMIFINALE SPETTACOLARE
DJOKOVIC A UN PASSO DAL TRIS
Nole piega 7-6 al 3° Nishikori: finale con Murray

Questo contenuto è stato pubblicato 7 anni fa. Potrebbe essere riferito ad un’edizione passata degli Internazionali d’Italia.

Non ci sarà (almeno per ora) la prima volta di un giapponese in finale agli Internazionali BNL d’Italia. Kei Nishikori, numero 6 del ranking mondiale e del tabellone, porta al terzo set Novak Djokovic, ma alla fine deve arrendersi al numero uno del mondo, proprio come una settimana fa nella semifinale di Madrid (e lo scorso anno proprio in questo torneo, nei quarti): 26 64 76(5) il punteggio con cui il 28enne di Belgrado stacca il pass per la sua terza finale consecutiva in riva al Tevere (allungando la sua striscia di successi consecutivi al Foro Italico a 14 incontri) dove domenica alle 17 cercherà il terzo trionfo di fila al Foro Italico (settima finale per il serbo), Murray permettendo.

Kei Nishikori (Foto Giampiero Sposito)

Kei Nishikori (Foto Giampiero Sposito)

Il 26enne di Shimane, per la prima volta in semifinale a Roma, con il suo timing sulla palla e la rapidità di spostamento ha dato un bel po’ di filo da torcere al campione serbo, che dovuto faticare ancora più che nell’ultimo testa a testa andato in scena nella capitale spagnola, ma alla fine si è cavato d’impaccio in qualche modo, ribadendo una volta di più la propria superiorità: 9 a 2 è adesso il bilancio dei confronti diretti in favore di Nole, che va adesso a caccia del 30esimo titolo in un 1000.

La cronaca. Già il primo punto fa capire che tipo di match sarà, con i due contendenti a sfidarsi sul ritmo a suon di colpi vincenti. Nole tiene il proprio servizio, ma al cambio campo chiede l’intervento del fisioterapista con medical time out per un problema al piede sinistro, procurato da un colpo di racchetta (non preciso…) sulla scarpa per togliere la terra. Il giapponese pareggia annullando 2 palle break (a dire il vero, errori del numero 1 del mondo), e toglie la battuta al serbo al terzo game con una smorzata vincente. Nishikori sale 3-1, sfruttando a dovere un paio di accelerazioni lungo linea, Nole resta in scia ma al settimo game perde nuovamente il servizio (2-5). E Kei, servendo con palle nuove, non si fa pregare per far sua la prima frazione dopo 43 minuti.
Il secondo set si apre con una possibile svolta, ovvero quattro chance per il break per Djokovic (0-40 e poi un vantaggio), fronteggiate con lucidità dal nipponico, che acciuffa l’1-1 evitando di dover rincorrere un avversario solido come il 28enne di Belgrado. E all’ottavo game un Nishikori man mano meno efficace alla battuta si ripete, annullando altre due palle break (0 su 9 il parziale per Nole) così da ottenere un sofferto 4-4. Ma la decima occasione di break, al decimo game, è quella giusta per il numero uno del mondo, che pareggia così il conto dei set (diritto in rete del nipponico), accompagnato da un boato del pubblico del Centrale.
Il serbo parte di slancio anche nel terzo e vola sul 2-0, strappando il servizio al rivale (Kei era avanti 40-30), che nel game seguente non sfrutta due chance per l’immediato contro-break trovandosi così sotto 3-0. Il giapponese prova a tenere duro, accorcia sull’1-3 e poi, dopo esser stato a un punto dall’1-5, al settimo game restituisce il break riportandosi sul 3-4 e poi completando la rimonta sul 4-4. Djokovic ha la forza di issarsi 5-4 (sul 15-30 si cava d’impaccio con un passante stretto di dritto) e si procura un match point sul servizio del giapponese, annullato con un dritto anomalo da Nishikori, che con un ace agguanta il 5-5. Il termometro delle emozioni è

Kei Nishikori e Novak Djokovic (Foto Giampiero Sposito)

Kei Nishikori e Novak Djokovic (Foto Giampiero Sposito)

al massimo, Nole si porta sul 6-5, anche con un aiutino del nastro, il giapponese risponde con un gioco a zero. Dunque epilogo affidato al tie-break: il pupillo di Chang parte in vantaggio (1-0 e 3-1) ma sul 3-3 commette un doppio fallo, seguito da un dritto in rete, errori che gridano vendetta, anche perché il serbo sale 6-3, Nishikori annulla il primo con lungo linea sulla riga, Nole sbaglia un rovescio ma poi converte la quarta palla match dopo 3 ore e 2 minuti, liberando tutta la sua gioia.

Leggi anche

Official sponsor

  • BNL
  • BMW
  • Joma
  • RealeMutua
  • Emirates
  • Dunlop
  • Algida
  • Valmora
  • FrecciaRossa
  • Ricoh
  • Pepperstone
  • Hologic
  • Eni
  • TicketOne
  • Herbalife
  • Emu
  • Technogym
  • Solgar
  • Moscato D’Asti
  • Kimbo
  • Heineken

Iscriviti alla nostra newsletter

Completa la procedura di registrazione

Letta e compresa l'Informativa Privacy, espressamente e liberamente

il trattamento dei miei dati personali per le finalità di cui al paragrafo 3.1, ivi comprese quelle relative all’invio di newsletter, comunicazioni commerciali, promozionali e di marketing diretto attraverso sistemi di contatto totalmente automatizzati (ferma restando la possibilità di manifestare in qualsiasi momento la volontà di ricevere comunicazioni per le suddette finalità esclusivamente attraverso modalità di contatto tradizionali).

il trattamento dei miei dati personali per le finalità di cui al paragrafo 3.2, ivi comprese quelle relative all’invio di newsletter, materiale pubblicitario e/o comunicazioni e informazioni di natura commerciale e di marketing indiretto su servizi e prodotti, relativi ad offerte, sconti e ogni altra iniziativa promozionale e di fidelizzazione adottata dai nostri partner commerciali attraverso sistemi di contatto totalmente automatizzati (ferma restando la possibilità di manifestare in qualsiasi momento la volontà di ricevere comunicazioni per le suddette finalità esclusivamente attraverso modalità di contatto tradizionali).

Annulla

Registrazione avvenuta con successo

Close