News
In Evidenza

SERENA HA LE IDEE CHIARE
“Madrid? Pronta a riprendermi”

Questo contenuto è stato pubblicato 8 anni fa. Potrebbe essere riferito ad un’edizione passata degli Internazionali d’Italia.

“Ho vinto per due anni perché sapevo cosa serviva e non l’ho dimenticato. Sono qui e devo continuare a lavorare duro per mantenere il mio posto al top”. Serena Williams, vincitrice delle ultime due edizioni degli Internazionali BNL d’Italia, si presenta così al Foro Italico: per confermarsi regina e mettersi alle spalle la sconfitta in semifinale a Madrid con Petra Kvitova, che ha interrotto la sua striscia positiva (arrivata a 27 match).
“Ho imparato a prendere del positivo da ogni sconfitta e da ogni esperienza – spiega la statunitense n. 1 al mondo, sorridente e in testa cappellino dello sponsor  -. Sono più che pronta a riprendermi. Con il passare degli anni ho imparato ad avere un rapporto migliore con la sconfitta. In realtà l’interruzione della striscia mi ha tolto un po’ di pressione che avevo sulle spalle”.
E ora la 33enne Serena guarda soltanto avanti: “Mi sento molto meglio rispetto alla settimana scorsa. Sono pronta ad alzare il mio livello, ho appena un paio di tornei per riuscirci. Devo lavorare sulla consistenza, che è l’aspetto principale su cui devo migliorare. La terra battuta? Per me è importante non cambiare, fare sempre le stesse cose e mantenere la stessa routine. E devo mantenere la testa concentrata sul torneo. Non devo dimenticare il duro lavoro effettuato fino ad oggi e devo continuare così se vorrò restare in vetta”.
Al di là del tennis, la minore delle sorelle Williams – che come la Sharapova ribadisce di apprezzare il gelato al pistacchio (“il mio unico e preferito”) – svela: “Ho sempre amato venire in Europa, penso che il mio primo viaggio fu a Parigi diversi anni fa. Amo visitarla, come amo Roma, la Germania e tutti i posti dove sono stata. Non ho mai voluto stare soltanto negli Usa. In questo senso sono un’americana bizzarra, che ama girare il mondo e viaggiare in Paesi differenti”.
A proposito del suo Paese, la regina del tennis in rosa avanza un commento sulle colleghe connazionali: “Nel tour ci sono tante buone giocatrici americane, ma la globalizzazione ha reso tutto più complicato. Credo, tuttavia, che sia un ottimo stimolo per cercare di continuare ad essere la numero 1”.
Spazio anche per uno sguardo all’indietro. “Il mio ricordo più bello a Wimbledon? Probabilmente il successo nel 2012, in finale sulla Radwanska. Venivo da un periodo molto difficile e quel torneo mi ha fatto capire che ero ancora in grado di vincere un torneo del Grande Slam”.

 

Leggi anche

Official sponsor

  • BNL
  • BMW
  • Joma
  • RealeMutua
  • Emirates
  • Dunlop
  • Algida
  • Valmora
  • FrecciaRossa
  • Ricoh
  • Pepperstone
  • Hologic
  • Eni
  • TicketOne
  • Herbalife
  • Emu
  • Technogym
  • Solgar
  • Moscato D’Asti
  • Kimbo
  • Heineken

Iscriviti alla nostra newsletter

Completa la procedura di registrazione

Letta e compresa l'Informativa Privacy, espressamente e liberamente

il trattamento dei miei dati personali per le finalità di cui al paragrafo 3.1, ivi comprese quelle relative all’invio di newsletter, comunicazioni commerciali, promozionali e di marketing diretto attraverso sistemi di contatto totalmente automatizzati (ferma restando la possibilità di manifestare in qualsiasi momento la volontà di ricevere comunicazioni per le suddette finalità esclusivamente attraverso modalità di contatto tradizionali).

il trattamento dei miei dati personali per le finalità di cui al paragrafo 3.2, ivi comprese quelle relative all’invio di newsletter, materiale pubblicitario e/o comunicazioni e informazioni di natura commerciale e di marketing indiretto su servizi e prodotti, relativi ad offerte, sconti e ogni altra iniziativa promozionale e di fidelizzazione adottata dai nostri partner commerciali attraverso sistemi di contatto totalmente automatizzati (ferma restando la possibilità di manifestare in qualsiasi momento la volontà di ricevere comunicazioni per le suddette finalità esclusivamente attraverso modalità di contatto tradizionali).

Annulla

Registrazione avvenuta con successo

Close