SHAPOVALOV SI “REGALA” DJOKOVIC
Coric doma Auger-Aliassime

Uno stuolo di ragazzini urlanti hanno salutato il suo successo. Ha esordito in maniera positiva Denis Shapovalov agli Internazionali BNL d’Italia, torneo Atp Masters 1000 dotato di un montepremi di 5.207.405 euro già entrato nel vivo sui campi in terra rossa del Foro Italico a Roma. Su un Pietrangeli gremito il Next Gen canadese, numero 20 della classifica mondiale, ha superato per 63 76 un ostacolo tutt’altro che semplice come lo spagnolo Pablo Carreno Busta, al momento numero 42 Atp, ma nel settembre 2017 arrivato ad essere top ten, prendendosi così anche la rivincita per il match perso negli ottavi degli US Open 2017. Il biondo mancino nato a Tel Aviv si è così “regalato” la sfida con il numero uno del mondo Novak Djokovic, che reduce dal trionfo a Madrid – suo 33esimo titolo “1000” – entrerà in scena al secondo turno.

CORIC DOMA AUGER-ALIASSIME – Non è riuscita analoga impresa al grande amico di Shapovalov, quel Felix Auger-Aliassime, numero 30 della classifica mondiale, letteralmente esploso in questa prima parte di stagione. Il 18enne di Montreal, semifinalista a Miami un paio di mesi fa, ha lottato per due ore e mezza con il croato Borna Coric, numero 15 del ranking Atp e 13esima testa di serie, ma alla fine ha dovuto arrendersi con il punteggio di 67(4) 63 64 al pupillo di Riccardo Piatti, che ha così “vendicato” il ko patito proprio nel “1000” della Florida.

AVANZA ANCHE IL NEXT GEN RUUD – A proposito di Next Gen, ha staccato il pass per il secondo turno anche il norvegese Casper Ruud, numero 76 Atp, che dopo aver passato le qualificazioni ha prevalso per 75 06 63 sul britannico Daniel Evans, numero 83 Atp, pure lui proveniente dalle qualificazioni.

FUORI MONFILS, VERDASCO RIMONTA EDMUND – La sorpresa di giornata è l’eliminazione del francese Gael Monfils, numero 18 del ranking e 15esima testa di serie, che dopo aver spaventato Roger Federer a Madrid (2 match point annullati dal 37enne fuoriclasse di Basilea) ha trovato disco rosso (63 61) di fronte al mancino spagnolo Albert Ramos-Vinolas, numero 85 Atp, passato attraverso le qualificazioni. All’estroso parigino, uno dei beniamini del pubblico, non resta ora che consolarsi facendo il tifo per Elina Svitolina, vincitrice delle ultime due edizioni di questo torneo.
Saluta il torneo al debutto anche il britannico Kyle Edmund, numero 22 del ranking, che avanti 64 4-2 si è fatto rimontare dallo spagnolo Fernando Verdasco, numero 38 Atp, che piazzando un parziale di dieci game a zero l’ha spuntata con il punteggio di 46 64 62. Il premio per questa affermazione per il 35enne mancino di Madrid è la possibilità di affrontare al secondo turno l’austriaco Dominic Thiem, numero 4 della classifica mondiale e quinto favorito del tabellone.

ESAME DI FRANCESE PER NADAL – Rafa Nadal, numero 2 del mondo e otto volte re di Roma, invece, che nel pomeriggio ha assaggiato per la prima volta la terra del Foro, conoscerà in serata quale sarà l’avversario per il suo esordio: sulla strada del campione in carica ci sarà il vincitore del derby francese fra Richard Gasquet, numero 39 Atp, e Jeremy Chardy, numero 47 del ranking (in svantaggio 5 a 1 nei testa a testa con il connazionale).