Sonego, che partita
con Mannarino. E’ al 2° turno

Si è aperto con l’exploit di Lorenzo Sonego il tabellone principale degli Internazionali BNL d’Italia.
Il 23enne torinese (ha spento le candeline venerdì 11), numero 142 Atp, che si è guadagnato un posto nel main draw vincendo le pre-qualificazioni, ha infatti eliminato all’esordio il francese Adrian Mannarino, numero 27 del ranking mondiale: 26 76(4) 63 il punteggio in favore dell’azzurro, che ha infiammato il pubblico del Centrale con il suo successo in rimonta. Al secondo turno Sonego affronterà il vincente del confronto fra lo statunitense Sam Querrey, numero 13 Atp e 12esima testa di serie, e il tedesco Peter Gojowczyk, numero 52 del ranking mondiale.

La cronaca. Il primo confronto diretto fra i due ha visto Sonego cedere subito il servizio al secondo game, con il francese ad allungare sul 3-0. Un vantaggio che Mannarino ha conservato senza concedere alcuna palla break, per poi chiudere la frazione 62 strappando di nuovo la battuta al torinese. Nel secondo set è stato Sonego a brekkare per primo nel quinto gioco con un diritto a sventaglio vincente, per poi issarsi sul 4-2 ma il mancino di Sousy-sous-Santmorency lo ha riagganciato sul 4-4 con il contro-break. Turni di servizio regolari (con Lorenzo a non tremare né sul 4-5 né sul 5-6) fino al “gioco decisivo” dove l’equilibrio si è protratto fino al 4 a 4 quando il 23enne piemontese ha piazzato il mini-break con un rovescio lungo linea vincente, per poi aggiudicarsi i due successivi punti e portare la sfida al terzo con un ace (7 a 4). Nel quarto game della frazione decisiva Sonego ha centrato il break (rovescio largo di Mannarino), confermato per il 4-1 (con boato del pubblico del Centrale). Lorenzo si è aggrappato alla prima di servizio per annullare una palla del contro-break nel settimo gioco e salire sul 5-2. Nel gioco successivo il giovane azzurro è arrivato a due punti dal match (0-30), ma Mannarino si è cavato d’impaccio con un paio di buone prime di servizio accorciando sul 3-5.Però Lorenzo ha avuto la saldezza di nervi e la lucidità per non farsi prendere dall’ansia di vincere, ha continuato a spingere servizio e diritto, approfittando di qualche imprecisione dell’avversario, che sul match point ha messo fuori di rovescio, facendo esplodere la gioia del torinese e del pubblico italiano.

Nel main draw sono presenti anche altri quattro giocatori azzurri. Fabio Fognini, numero 19 della classifica mondiale, comincia la sua avventura capitolina affrontando il francese Gael Monfils, numero 41 Atp: il 31enne di Parigi è in vantaggio per 4 a 3 nei precedenti, l’ultimo dei quali risale però al 2015, con affermazioni di “La Monf” nel “1000” di Montreal.

Non è finita per la sfida a distanza Italia-Francia visto che Andreas Seppi, numero 49 della classifica mondiale, in tabellone con una wild card, ritrova come avversario Lucas Pouille, numero 18 Atp, a distanza di un mese dal match dei quarti di finale di Coppa Davis a Genova, vinto in cinque set dal 24enne di Grande-Synthe, unico incrocio fin qui tra i due.

Marco Cecchinato, numero 64 Atp, in gara con una wild card, debutta affrontando l’uruguaiano Pablo Cuevas, numero 47 del ranking mondiale: il 32enne nato a Concordia (Argentina) si è aggiudicato l’unico confronto diretto, disputato nella finale del challenger di Mestre nel 2014.

Il sorteggio ha infine abbinato un giocatore proveniente dalle qualificazioni a Matteo Berrettini, numero 103 della classifica Atp, in tabellone con una wild card.