News
Un sabato italiano al Foro

Sonego da s…ballo: stende Rublev e vola in semifinale!

Un urlo di gioia, con il pubblico in delirio. Quattordici anni dopo Filippo Volandri un italiano torna in semifinale agli Internazionali BNL d’Italia: a firmare l’impresa è Lorenzo Sonego, n.33 ATP, che ha eliminato in rimonta, con il punteggio di 36 64 6, dopo due ore e 32 minuti di lotta, il russo Andrey Rublev, n.8 del ranking mondiale e settima testa di serie, guadagnandosi un posto tra i migliori quattro del torneo.

Nel pomeriggio il tennista azzurro sfiderà per un posto in finale il numero uno del mondo Novak Djokovic, che nell’altro quarto a sua volta si è imposto per 46 75 75 sul greco Stefanos Tsitsipas, n.6 ATP e quinto favorito del seeding. Il piemontese si è aggiudicato l’unico precedente con il campione di Belgrado, nello scorso ottobre nei quarti del torneo di Vienna, quando Sonego si spinse sino alla finale (cedendo proprio a Rublev).

Un altro esame di maturità superato dall’allievo di “Gipo” Arbino dopo l’affermazione d’esordio sul francese Gael Monfils, n.14 della classifica mondiale e 13esima testa di serie, nel derby tricolore con Gianluca Mager, n.90 ATP, in tabellone con una wild card, e l’exploit sull’austriaco Dominic Thiem, n.4 del ranking e del seeding, a suggellare il suo percorso di crescita e maturazione, sancito anche dalla classifica dove da lunedì Sonego sarà numero 28 eguagliando il proprio best ranking, il che significa che è praticamente sicuro di essere testa di serie al Roland Garros evitando in sede di sorteggio per almeno tre turni i top player.

l’urlo liberatorio (foto Adelchi Fioriti)

Lorenzo, fighter nato, ha tratto linfa ed energia dal pubblico del Foro Italico a cui con il suo atteggiamento indomito ha restituito entusiasmo ed altrettanta carica. “Ho iniziato a giocare a tennis a 11 anni ed essere in semifinale a Roma, il mio torneo preferito, è un sogno – le parole a caldo del torinese -. Finalmente ho giocato tutta la partita con il pubblico, e devo ammettere che mi ha dato una grande mano. Rublev è un giocatore tosto, che sta ottenendo grandi risultati nel circuito però io sto giocando davvero il mio miglior tennis. Poter sfidare Djokovic, un giocatore straordinario, è un’emozione incredibile: cercherò di godermela, divertirmi e viverla col sorriso, lo spirito che mi sta accompagnando in questa avventura“. 

Nel terzo testa a testa fra i due Sonego ha dovuto fronteggiare una palla-break subito nel game di apertura, sventata con una gran prima di servizio centrale non controllata dal rivale. Break che però il piemontese ha dovuto incassare nel terzo game (dopo aver mancato tre chance per il 2-1), confermato da Rublev volato sul 3-1 0-40 (parziale di 12 punti a 1). L’azzurro ha salvato tre palle-break consecutive, e poi pure una quarta, rimanendo in scia al moscovita grazie a un ripetuto uso della palla corta sul rovescio di Rublev, meno a suo agio dalle parti della rete. E al cambio campo “Sonny” con ampi cenni ha chiesto aiuto ai tifosi della Grand Stand Arena per trovare ancora più energia per tentare l’impresa. Però il giocatore allenato da Fernando Vicente non si è fatto condizionare dall’ambiente e ha continuato a martellare con grande intensità e precisione (84% di prime palle di servizio, ovvero 16 su 19) e al nono game, dopo aver cancellato con una risposta vincente la possibilità di 4-5, ha incamerato la frazione dopo tre quarti d’ora di gioco con un’altra accelerazione delle sue.

Lorenzo Sonego perde il servizio nel terzo gioco del primo set (foto Adelchi Fioriti)

Pronta la reazione di Sonego – sotto gli occhi di Filippo Volandri, capitano dell’Italia di Davis, che venerdì aveva fatto anche da sparring a Lorenzo – che in apertura di secondo set ha strappato la battuta a Rublev, per poi allungare con un ace sul 2-0 dopo aver fronteggiato una palla del possibile contro-break. Un vantaggio conservato dall’azzurro, con intelligenti variazioni di ritmo anche ricorrendo al drop-shot, fino al 5-4 quando l’allievo di Gipo Arbino sul 30-15 ha sbagliato una volée di diritto non impossibile e poi si è trovato a concedere una opportunità di 5-5, cancellata con un diritto vincente da applausi, per poi far leva sul servizio e portare la sfida alla partita decisiva, con il pubblico in delirio.

L’azzurro c’è, mantiene i suoi turni di servizio e conquista il secondo set per 6-4 (foto Adelchi Fioriti)

Nel quarto gioco del set conclusivo il torinese con il cuore e i tentacoli da “Polpo” ha annullato tre palle-break, ottenendo il 2-2 e poi sullo slancio strappando a zero la battuta al rivale (smash in corridoio per lo 0-40) con un diritto vincente. E anche sul 4-3 Lorenzo con una prima esterna a 211 km/h ha cancellato un’opportunità di break, prima di issarsi sul 5-3. Rublev (uno che in stagione vanta un 27-7 come bilancio fra vittorie e sconfitte) ha i brividi freddi, sente odore di eliminazione e si lamenta con l’arbitro di sedia, situazione che carica ancora di più il giovane di fede granata. In trance agonistica Sonego non sbaglia più un colpo, contrasta una chance per il 4-5 e si procura il primo match point, che il russo cancella con un’accelerazione potente e precisa, però nel secondo il diritto di Andrey è in corridoio e Lorenzo alza le braccia e urla al mondo tutta la sua gioia. Il terzo successo su un top 10 in carriera è un’altra perla da incastonare nella collana dei momenti indimenticabili per il gladiatore.

Lorenzo si gode gli applausi del pubblico della Grand Stand Arena (foto Giampiero Sposito)

Leggi anche

Follow us

Official sponsor

  • BNL
  • BMW
  • RealeMutua
  • Australian
  • Emirates
  • Dunlop
  • Fedex
  • Ricoh
  • Algida
  • Valmora
  • FrecciaRossa
  • TicketOne
  • Emu
  • Herbalife
  • Technogym

Iscriviti alla nostra newsletter

Completa la procedura di registrazione

Letta e compresa l'Informativa Privacy, espressamente e liberamente

il trattamento dei miei dati personali per le finalità di cui al paragrafo 3.1, ivi comprese quelle relative all’invio di newsletter, comunicazioni commerciali, promozionali e di marketing diretto attraverso sistemi di contatto totalmente automatizzati (ferma restando la possibilità di manifestare in qualsiasi momento la volontà di ricevere comunicazioni per le suddette finalità esclusivamente attraverso modalità di contatto tradizionali).

il trattamento dei miei dati personali per le finalità di cui al paragrafo 3.2, ivi comprese quelle relative all’invio di newsletter, materiale pubblicitario e/o comunicazioni e informazioni di natura commerciale e di marketing indiretto su servizi e prodotti, relativi ad offerte, sconti e ogni altra iniziativa promozionale e di fidelizzazione adottata dai nostri partner commerciali attraverso sistemi di contatto totalmente automatizzati (ferma restando la possibilità di manifestare in qualsiasi momento la volontà di ricevere comunicazioni per le suddette finalità esclusivamente attraverso modalità di contatto tradizionali).

Annulla

Registrazione avvenuta con successo

Close