Supertennis Arena: Il tennis come non lo avete mai visto

Il nuovo stadio

Ma c’è di più: mediante il proprio smartphone, gli spettatori potranno collegarsi su Twitter e lasciare, all’hashtag “#superta” i loro commenti e le loro impressioni sul match, sui giocatori, sull’atmosfera, e quant’altro. I commenti migliori, più interessanti e spiritosi, saranno visualizzati sui due maxischermi dell’impianto durante i cambi di campo, e quindi resi leggibili a tutti gli spettatori e al pubblico a casa, aumentando esponenzialmente la partecipazione e il coinvolgimento nell’evento sportivo, grazie all’interattività consentita dalle nuove tecnologie. Fin qui le novità tecniche. Ma adesso andiamo al piatto forte, a ciò che soprattutto interessa l’appassionato, quello vero: la programmazione. Ebbene, tenetevi saldi. Sulla Supertennis Arena, da lunedì a giovedì, è prevista una fantastica long session di ben 5 match. Si inizierà alle 11 del mattino e si andrà avanti fino a oltre le 8-9 di sera. Un’autentica abbuffata di tennis, una delizia per tutti gli intenditori. E sì, perché parliamoci chiaro: sarà uno spettacolo per palati fini, per i veri appassionati. Per quelli che ormai di Federer, Nadal, Djokovic, Sharapova e c. conoscono ogni segreto, e che, specie nei primi giorni del torneo, agli incontri del campo centrale preferiscono il girovagare per i campi secondari, alla ricerca della novità stuzzicante, del giovane promettente, del match che diventa una lotta selvaggia, del contrasto di stili, dell’azzurro che fra le mura amiche si esalta e compie l’impresa, trascinando il pubblico e venendone egli stesso trascinato. E’ successo tante volte, al Foro, e il piccolo centrale sotto la Curva Sud, nonostante la giovane età, ha già ospitato alcune vittorie memorabili dei nostri portacolori: il Bolelli de luxe della primavera 2008, che fa secco in due set il francese Simon; il gladiatorio Paolino Lorenzi, tutto cuore, volontà e serve & volley, che batte il brasiliano Bellucci; o ancora l’inossidabile Potito Starace, che su quel campo, lo scorso anno, ha superato un solido top 20 come il serbo Troicki. Incontri disputati in una bellissima atmosfera, con un pubblico corretto ed entusiasta, che sarà ancora più coinvolto grazie alle novità di quest’anno. Nè si può pensare che possa mancare la qualità: quando ad un torneo sono iscritti i primi 50 giocatori della classifica mondiale, e tutte le migliori giocatrici, lo spettacolo è sempre assicurato. Sia in campo, sia sugli spalti. Infine, va detto che, a giudicare dalla prevendita, gli appassionati non hanno ancora capito cosa li aspetta, quest’anno al Foro. Mentre, infatti, il Centrale per le sessioni pomeridiane è praticamente esaurito, per la SuperTennis Arena c’è ancora una buona disponibilità di biglietti. Ma come vedete, in questo mondo tecnologico e internettiano le voci corrono in fretta, e dovete sbrigarvi: o rischiate di arrivare tardi.