News
In Evidenza

VERSO ITALIA-ARGENTINA DI DAVIS
Presentato al Foro Italico il quarto di finale del 15-17 luglio a Pesaro

Questo contenuto è stato pubblicato 7 anni fa. Potrebbe essere riferito ad un’edizione passata degli Internazionali d’Italia.

Poco più di due mesi e l’Italtennis proverà a conquistare la semifinale di Coppa Davis, come nel 2014. Ostacolo degli azzurri di capitan Corrado Barazzutti sarà l’Argentina, avversario dei quarti di finale in programma dal 15 al 17 luglio a Pesaro, sui campi in terra rossa del Tennis Club Baratoff. Un appuntamento atteso da tantissimi appassionati, presentato ufficialmente nella sala conferenze degli Internazionali d’Italia.

BINAGHI: “MATCH IN DIRETTA TV SU SUPERTENNIS E RAI” – “Torniamo con la Coppa Davis a Pesaro dopo il primo turno di marzo con la Svizzera, per due motivi – ha spiegato il presidente della FIT, Angelo Binaghi – Da un lato per l’esito della gara aperta per candidarsi come sede e dall’altro per la grande convinzione mostrata dalla città e la risposta appassionata al primo turno contro la Svizzera. Nell’organizzazione saremo assistiti ancora da Ernesto De Filippis e la sua società, proseguendo nel perfetto connubio pubblico-privato per portare avanti certi asset principali delle attività della federazione. Dal punto di vista tecnico sarà un confronto difficile, l’Argentina è una squadra forte e compatta, senza una vera punta di diamante, però l’ultimo precedente a Mar del Plata è a nostro favore, con trascinatore Fabio Fognini. Gli incontri saranno trasmessi in diretta tv in simulcast tra Rai Sport 1 e SuperTennis, come prevede l’accordo per quest’anno. Inoltro posso anticipare che sabato prossimo il Consiglio Federale deciderà la sede della possibile semifinale in casa con la Serbia, che sempre a metà luglio riceve a Belgrado la Gran Bretagna: per quell’evento sono giunte le offerte da Tc Napoli e Sporting 3 Milano”.

De Filippis, Pietrangeli, il Presidente FIT Angelo Binaghi, il Sindaco di Pesaro Matteo Ricci e Barigelli (Foto Antonio Costantini)

De Filippis, Pietrangeli, il Presidente FIT Angelo Binaghi, il Sindaco di Pesaro Matteo Ricci e Barigelli (Foto Antonio Costantini)

PIETRANGELI: “LA DAVIS E’ UNICA, CHI NON LA GIOCA HA PAURA” – Trattandosi di Coppa Davis, non poteva mancare Nicola Pietrangeli, che come capitano ha condotto l’Italia all’unica conquista dell’Insalatiera d’argento, nel 1976, dopo aver raccolto ben 164 gettoni di presenza come giocatori. “Io chiamo la Davis la mia seconda mamma, se certi giocatori rinunciano a disputarla è perché hanno paura – il giudizio del’ambasciatore del tennis italiano -. Ci sono infatti giocatori di tennis e giocatori di Davis, competizione che ha un’atmosfera del tutto diversa da un torneo. Mi ricordo ancora che in occasione del mio debutto a 17 anni con l’Egitto, in squadra con Cucelli e Del Bello, proprio questi veterani sottolineavano come ogni match di Davis facesse storia a sé e fosse diverso da un incontro di torneo”.

IL SINDACO DI PESARO: “LO SPORT AIUTA IL NOSTRO TURISMO” – A rappresentare la cittadina adriatica marchigiana era il sindaco Matteo Ricci. “Grazie alla Federazione Italiana Tennis e al presidente Binaghi per questa doppia opportunità data alla nostra città – le parole del primo cittadino pesarese -, per noi è un grande motivo d’orgoglio ospitare i quarti di Davis con l’Argentina nel Tc Baratoff, anche perché Pesaro è candidata a Città Europea dello Sport 2017 e questa manifestazione ci accrediterà ancora di più in sede di valutazione. Siamo anche Città della Musica, due ambiti nei quali crediamo molto. Speriamo dunque che l’avventura degli azzurri sia un ‘crescendo rossiniano’, in modo che possa fungere da traino economico, per sviluppare anche il turismo e far conoscere e apprezzare sempre più il nostro territorio”.

BARIGELLI: “RICORDANDO L’IMPRESA DEGLI AZZURRI DEL 1976…” – In conferenza stampa è intervenuto anche Stefano Barigelli, direttore del Corriere Sport che sarà media partner della manifestazione. “La mia generazione è cresciuta guardando la Davis in tv – ha ricordato -, quello spazio magico in cui poteva capitare che un giocatore meno quotato potesse ribaltare il pronostico contro campioni più affermati, per questo motivo di attrazione per un appassionato. Ecco perché non dobbiamo mai perdere di vista le ‘stelle polari’ nell’ambito di un calendario tennistico quanto mai affollato di appuntamenti. Inoltre siamo a 40 anni dall’impresa del’Italia in Cile, mi auguro che si possa ripetere un exploit del genere, ma soprattutto che questo appuntamento possa avere un grande seguito di pubblico e di interesse, così come merita”.

DE FILIPPIS: “DAL 22 MAGGIO VIA AI LAVORI AL CIRCOLO” – A fornire i dettagli sull’aspetto logistico-organizzativo di un evento di tale portata è stato Ernesto De Filippis. “Giocheremo outdoor, aspetto che richiede un’organizzazione più complessa rispetto a una manifestazione dentro un palazzo dello sport – ha sottolineato l’amministratore delegato della MCA Events -. Al Baratoff non avevano un campo con le misure richieste dal regolamento internazionale per queste competizioni, 20 metri x 40, per cui dal 22 maggio inizieremo ad allargare il campo principale. In più allestiremo una tribuna per 6000 posti, a tre anelli, molto simile a quella della Grandstand Arena qui al Foro Italico. E bisognerà realizzare un’area hospitality, la sala stampa, il villaggio commerciale, serviranno una quarantina di giorni per i vari allestimenti”.

“UNA SETTIMANA DI EVENTI PER COINVOLGERE IL TERRITORIO” – Ma non sarà solo tennis giocato in riva all’Adriatico. “Puntiamo a coinvolgere il territorio con una settimana di appuntamenti – ha annunciato De Filippis – Dal sabato precedente si disputeranno esibizioni di beach tennis, anche a Riccione, Cattolica e Fano, oltre a un dj set con Paola Maugeri in una piazza di Pesaro, alternando brani musicali a letture di tennis. Martedì 12 luglio al Molocco è previsto un altro dj set, anche in questo caso con l’abbinamento fra musica e sport, che a mio avviso può essere vincente. E nella serata di giovedì 14 negozi aperti fino a mezzanotte e in Piazza del Popolo un video mapping d’autore su Palazzo Ducale a tema tennis. E’ doveroso ricordare come è stato possibile attuare tale progetto con il fondamentale supporto dell’amministrazione comunale, come pure con l’apporto di sponsor locali quali Scavolini e Modula, ma anche di Bayer e Clai Imola, che curerà tutta la ristorazione per l’evento. Voglio evidenziare i pacchetti predisposti ad hoc insieme ad Eden Viaggi, tra i pochi tour operator a credere davvero nel binomio sport-turismo. Nel 2013 abbiamo organizzato due turni di Fed Cup, il primo a Rimini con gli Stati Uniti e la semifinale a Palermo con la Repubblica Ceca, finiti con altrettante vittorie delle azzurre che poi a Cagliari hanno conquistato il trofeo: spero proprio che tale risultato possa ripetersi anche con la Davis”.

Leggi anche

Official sponsor

  • BNL
  • BMW
  • Joma
  • RealeMutua
  • Emirates
  • Dunlop
  • Algida
  • Valmora
  • FrecciaRossa
  • Ricoh
  • Pepperstone
  • Hologic
  • Eni
  • TicketOne
  • Herbalife
  • Emu
  • Technogym
  • Solgar
  • Moscato D’Asti
  • Kimbo
  • Heineken

Iscriviti alla nostra newsletter

Completa la procedura di registrazione

Letta e compresa l'Informativa Privacy, espressamente e liberamente

il trattamento dei miei dati personali per le finalità di cui al paragrafo 3.1, ivi comprese quelle relative all’invio di newsletter, comunicazioni commerciali, promozionali e di marketing diretto attraverso sistemi di contatto totalmente automatizzati (ferma restando la possibilità di manifestare in qualsiasi momento la volontà di ricevere comunicazioni per le suddette finalità esclusivamente attraverso modalità di contatto tradizionali).

il trattamento dei miei dati personali per le finalità di cui al paragrafo 3.2, ivi comprese quelle relative all’invio di newsletter, materiale pubblicitario e/o comunicazioni e informazioni di natura commerciale e di marketing indiretto su servizi e prodotti, relativi ad offerte, sconti e ogni altra iniziativa promozionale e di fidelizzazione adottata dai nostri partner commerciali attraverso sistemi di contatto totalmente automatizzati (ferma restando la possibilità di manifestare in qualsiasi momento la volontà di ricevere comunicazioni per le suddette finalità esclusivamente attraverso modalità di contatto tradizionali).

Annulla

Registrazione avvenuta con successo

Close