News
In Evidenza

Annunciate le wild card: Errani, Fognini e tanti giovani in main draw

Annunciate le wild card per il main draw degli Internazionali BNL d’Italia. Conosciamo chi sarà in tabellone

Questo contenuto è stato pubblicato 12 mesi fa. Potrebbe essere riferito ad un’edizione passata degli Internazionali d’Italia.

Annunciate le wild card assegnate per l’ottantesima edizione degli Internazionali BNL d’Italia. Nel tabellone principale di singolare maschile gli inviti sono andati a Matteo Arnaldi (numero 105 ATP), Francesco Passaro (120), Giulio Zeppieri (125), Fabio Fognini (127) e Luca Nardi (152).

In singolare femminile, invece, le wild card vanno a Sara Errani (numero 83 WTA), Lucia Bronzetti (97), Lucrezia Stefanini (117), Nuria Brancaccio (170), Camilla Rosatello (259), Matilde Paoletti (301), Diletta Cherubini (411) e Lisa Pigato (493).

Le wild card di singolare maschile

Matteo Arnaldi, sempre più vicino all’ingresso tra i primi 100 del mondo nel ranking ATP, ha debuttato agli Internazionali BNL d’Italia l’anno scorso. “Non ero mai stato qui, per me è tutto nuovo” diceva dodici mesi fa dopo aver superato le pre-qualificazioni. Perse al primo turno contro il croato Marin Cilic, campione allo US Open 2014. Il sanremese era appena entrato in Top 300. Da allora per Arnaldi, l’ex nuotatore che a dodici anni ha abbandonato le piscine per la racchetta, è cambiato tutto.

Si può dire lo stesso anche per il suo amico Francesco Passaro, perugino cresciuto con il mito di Rafa Nadal che da sempre lavora con il coach Roberto Tarpani. Ex numero 31 del mondo Under 18, ha vissuto la stagione della svolta. E non solo per il debutto a Roma. Dopo aver iniziato fuori dai primi 500 ATP, infatti, ha toccato a settembre il best ranking di 122. Ha vinto il primo titolo Challenger a Trieste e la prima partita ATP a Firenze, sempre contro il cinese Zhang, e si è qualificato per le Intesa Sanpaolo Next Gen ATP Finals.

Sarà la terza esperienza al Foro Italico per Giulio Zeppieri, che nel 2020 ha perso all’ultimo turno di qualificazioni contro il suo grande amico Lorenzo Musetti.

L’anno scorso ha festeggiato il suo esordio nel main draw di un Masters 1000. Il suo posto in tabellone se l’è guadagnato sul campo superando le qualificazioni grazie ai successi sullo slovacco Alex Molcan e lo statunitense Maxime Cressy, interprete puro del serve and volley. Il mancino di Latina ha perso al primo turno contro Karen Khachanov (n. 26), ma ha dimostrato di avere quel che serve per andare lontano. Pochi mesi dopo, a luglio, ha vinto la prima partita ATP a Umag, in Croazia, e si è lanciato fino alla semifinale: si è fermato solo di fronte a Carlos Alcaraz, che pure ha tenuto in campo per quasi tre ore. “Ho capito che ho il potenziale per poter giocare ad altissimi livelli, ma che allo stesso tempo c’è bisogno di continuità – ha detto lo scorso febbraio a SuperTennis -. L’exploit è bello, certo, ma se resta tale serve davvero a poco. Giocare sempre come quella settimana è quasi impossibile ma è mio dovere non farla diventare una cosa che può accadere soltanto una o due volte in un anno”.

La Federazione Italiana Tennis e Padel ha riconosciuto una wild card anche a Fabio Fognini, ad oggi l’unico italiano che abbia vinto un Masters 1000 dal 1990, quando questa categoria di tornei è stata introdotta in calendario (Monte-Carlo 2019). Secondo azzurro con più settimane consecutive da Top 100 dopo Andreas Seppi, a Roma vanta come miglior risultato i quarti di finale del 2018 (perse contro Rafa Nadal). Memorabile anche il successo del 2017 contro Andy Murray, la sesta delle nove successi per un italiano contro un numero 1 del mondo da quando esiste il ranking computerizzato introdotto nel 1973. L’anno scorso ha fatto sognare anche in doppio con Simone Bolelli: insieme i “Chicchi” sono arrivati in semifinale al Foro Italico, come nel 2011.

Continuando a seguire l’ordine di classifica, l’ultimo degli inviti è andato a Luca Nardi che tornerà nel main draw degli Internazionali BNL d’Italia per il secondo anno consecutivo. Nel 2022, ha ricordato a SuperTennis, “è stato tutto molto veloce. Non dovevo essere nel draw, l’ho saputo due giorni prima, dopo il forfait di Musetti, e non mi sono nemmeno reso conto di cosa mi stava accadendo. Poi ho giocato un discreto match contro Cameron Norrie, avversario molto duro. È stata una bella esperienza, quella che tutti gli italiani sognano di fare, ma adesso è diverso”. Da quella prima esperienza a Roma, ha aggiunto, sente di aver migliorato il servizio anche se i margini per progredire sono ancora ampi. “Tendo di più a fare gioco col mio diritto, aggirando il rovescio e facendo un po’ più di strada. Sono diventato meno pigro, diciamo”.

Internazionali BNL d’Italia, le wild card femminili

Veniamo alle italiane che saranno nel main draw di singolare femminile agli Internazionali BNL d’Italia grazie a una wild card. Non poteva mancare un riconoscimento per la storia di Sara Errani, semifinalista nel 2013 e finalista nel 2014. Quell’anno ha fatto la storia battendo la cinese Li Na: ha completato così la sua prima vittoria in carriera contro una Top 5. Prima italiana a centrare due semiifinali di fila al Foro dai tempi di Lucia Valerio, ha fatto ancora meglio. Ha piegato l’ex numero 1 del mondo Jelena Jankovic in semifinale, prima di arrendersi a Serena Williams e a un infortunio in finale. Commovente l’applauso dei tifosi per il suo spirito combattivo. L’ha mostrato sempre nella sconfitta come nella vittoria di due anni prima in doppio insieme a Roberta Vinci. Dopo il successo in semifinale su Liezel Huber e
Lisa Raymond, che insieme hanno vinto più di cento tornei, in finale hanno piegato le russe Ekaterina Makarova e Elena Vesnina. Sono diventate la terza coppia tutta italiana a conquistare il titolo di doppio agli Internazionali BNL d’Italia dopo Gagliardi/Luttazzi nel 1931, e Reggi/Cecchini nell’edizione del 1985, disputata all’Italsider di Taranto.

Sarà in tabellone anche la romagnola Lucia Bronzetti, sconfitta al primo turno l’anno scorso.

Roma potrebbe trasformarsi in un sogno e in una bella occasione per la 24enne Lucrezia Stefanini, che ha iniziato la stagione con la prima vittoria in un main draw Slam, all’Australian Open. Poche settimane fa, poi, ha festeggiato nel torneo da 25mila dollari di Sharm El Sheikh il suo ottavo trofeo ITF in carriera, il primo in stagione.

Ha stupito ad aprile anche Nuria Brancaccio, che a Bogotà ha raggiunto per la prima volta i quarti di finale di un torneo WTA.

Sarà invece l’occasione per un ritorno, l’opportunità di chiudere un cerchio, per Camilla Rosatello che ha debuttato agli Internazionali BNL d’Italia nel 2018. Superate le qualificazioni, si è fermata al primo turno contro l’estone Kaia Kanepi, ex numero 15 del mondo.

A Roma potranno mettersi in mostra anche due dei giovani talenti più promettenti del tennis femminile italiano, la ventenne Matilde Paoletti e la diciannovenne Lisa Pigato. Paoletti, che si è fatta valere nel circuito ITF, aspetta la definitiva consacrazione, la chance giusta per far brillare il suo tennis da colpitrice intelligente da fondo. Più tattico il tennis di Pigato, campionessa junior in doppio al Roland Garros. Figlia d’arte, il padre Ugo è stato numero 373 Atp in singolare e 164 in doppio, è al lavoro per incanalare il talento e forgiare una sua identità per farsi notare nel tennis moderno.

Infine, i tifosi potranno ammirare la ventenne Diletta Cherubini, prodotto del Match Ball Firenze che nella seconda settimana degli Internazionali BNL d’Italia ospiterà per la prima volta un WTA 125. La giovane Cherubini ha ottenuto l’anno scorso i primi risultati di rilievo nel circuito WTA, allenata da Matteo Trevisan, il fratello di Martina. E non vuole smettere di sognare.

Leggi anche

Title Partner

  • BNL

Main Partner

  • BMW
  • Joma
  • RealeMutua

Official Partner

  • Algida
  • Moscato D’Asti
  • Auricchio
  • Dunlop
  • eCampus
  • Edison
  • Emirates
  • Emu
  • Heineken
  • Hologic
  • Nilox
  • RTL
  • Rummo
  • Technogym
  • TicketOne
  • Valmora
  • Vechain

Iscriviti alla nostra newsletter

Completa la procedura di registrazione

Letta e compresa l’Informativa Privacy, espressamente e liberamente

il trattamento dei miei dati personali per le finalità di cui al paragrafo 3.2

Annulla

Registrazione avvenuta con successo

Close
x ()