News
In Evidenza

WILLIAMS RAGGIANTE:
“Sono pronta per Parigi”

Questo contenuto è stato pubblicato 10 anni fa. Potrebbe essere riferito ad un’edizione passata degli Internazionali d’Italia.

Tre centri in altrettante finali (2002, 2013 e 2014). Un en plein che per Serena diventa il miglior biglietto da visita in chiave Roland Garros. Un successo maturato in una finale che è stata “vera” solo per un set. “E’ stato magico, Sara stava giocando veramente bene – esordisce la numero uno in conferenza stampa – ed è stata davvero una sfortuna per lei farsi male alla fine del primo set. Ad ogni modo ribadisco che lei stava giocando davvero bene”. E adesso c’è Parigi. “Oggi ho avuto l’opportunità di assaporare un po’ come sarà l’atmosfera anche a Parigi. E’ stata una cosa positiva per me. Naturalmente a Parigi, che è un torneo dello Slam, i nervi qualche volta hanno un ruolo differente, così come il livello di energia”.  

Fino al momento dell’infortunio la Errani è riuscita a far muovere parecchio la numero uno del mondo: “Quando giochi senza niente da perdere puoi soltanto migliorare, e ritengo che lei sia cresciuta tantissimo rispetto allo scorso anno ma penso che anche io oggi avrei potuto giocare un po’ meglio. All’inizio ero un po’ lenta, un po’ nervosa, e non riuscivo a colpire sufficientemente forte come avrei voluto”.  A Roma Serena ha fatto … 60: “Sono come il vino, il mio tennis migliora con gli anni…”. Guardando indietro c’è chi le chiede quando è che ha pensato di poter diventare una campionessa: “Ho sempre pensato che avrei vinto un titolo Slam, me lo dicevano i miei genitori ed io ero sicura che prima o poi sarei stata in grado di farlo. Non sapevo quando sarebbe accaduto ma quando ho vinto il mio primo Slam  io sapevo che stava per succedere. E’ una sensazione difficile da spiegare, ce l’ho da quando ero molto giovane e mi ha aiutato a vincere”.

Anche i dubbi seguiti al ritiro di Madrid sembrano fugati: Come mi sento adesso? Molto meglio. Non sono ancora al cento per cento. Sono ancora sotto adrenalina: credo che mi prenderò un paio di giorni di riposo”. Il prossimo obiettivo, naturalmente, è ancora un altro Slam: “Vorrei vincere almeno un altro. Sarebbe fantastico, ma non voglio guardare troppo avanti. Voglio concentrarmi su una settimana alla volta e le prossime due sono quelle di uno Slam. Farò del mio meglio ma ci sono più di cento altre giocatrici che faranno altrettanto. Quel che posso fare è andare lì e dare il massimo”.

 

 

Leggi anche

Title Partner

  • BNL

Main Partner

  • BMW
  • Joma
  • RealeMutua

Official Partner

  • Algida
  • Moscato D’Asti
  • Auricchio
  • Dunlop
  • eCampus
  • Edison
  • Emirates
  • Emu
  • Heineken
  • Hologic
  • Nilox
  • RTL
  • Rummo
  • Technogym
  • TicketOne
  • Valmora
  • Vechain

Iscriviti alla nostra newsletter

Completa la procedura di registrazione

Letta e compresa l’Informativa Privacy, espressamente e liberamente

il trattamento dei miei dati personali per le finalità di cui al paragrafo 3.2

Annulla

Registrazione avvenuta con successo

Close
x ()