News
In Evidenza

Sascha “il freddo” non scalda ma vince

Non brilla Sascha Zverev, ma gioca meglio i punti importanti e batte 7-6(5) 6-3 Sebastian Baez nel match d’esordio, tutt’altro che banale, agli Internazionali BNL d’Italia 2022.

L’argentino ha pagato la differenza di esperienza: ha giocato la sua seconda partita contro un Top 10, e di fronte aveva un avversario che a Madrid ha disputato la decima finale in un Masters 1000.

Baez, ex numero 1 junior, ha centrato quest’anno la prima finale ATP a Santiago e il suo primo titolo nel circuito maggiore a Estoril ad aprile, e così ha raggiunto il suo best ranking di numero 37. Semifinalista alle Intesa Sanpaolo Next Gen ATP Finals l’anno scorso, l’argentino imposta la partita su tenacia, corsa, schemi semplici e top-spin molto arrotato. Ma non è solo un palleggiatore, alterna la regolarità ad accelerazioni immediate in uscita dal servizio.

Nel primo set, infatti, l’argentino vince sette punti in più in totale e quattro in più negli scambi brevi risolti entro i quattro colpi. Ma quelli decisivi li realizza Zverev che alza il livello quando conta di più e fa valere i 19 vincenti a 13.

Zverev, il giocatore in attività con più titoli nei Masters 1000 al di fuori dei Fab 4, appare nervoso e frustrato dalla mancanza di continuità con i colpi di inizio gioco. Ma alla distanza sposta gli equilibri con il rovescio lungolinea. L’ultimo lampo di Baez restano i due set point salvati nel tiebreak con un po’ di fortuna (nastro decisivo sul primo) e carattere. Alla terza occasione il tedesco ha chiuso il parziale con un freddo ace al centro, il sesto del match, e poi ha preso il largo.

Nel secondo set, però, Baez mette in campo meno del 40% di prime al servizio. Zverev, senza strafare, mantiene il controllo e piazza il break decisivo nell’ottavo game. Una volée bassa in allungo frustra il passante stretto in recupero dell’argentino, chiude il punto più bello della partita e gli permette di andare a servire per il match. L’ultimo game, a parte uno smash elementare che Zverev tira alla base della rete, non riserva altri colpi di scena.

Al prossimo turno, il tedesco affronterà lo statunitense Tommy Paul, ex campione junior al Roland Garros, o il cittadino del mondo Alex De Minaur, numero 22 ATP, che si divide fra Australia e Spagna e ha vinto almeno un titolo in quattro continenti.

Leggi anche

Official sponsor

  • BNL
  • BMW
  • Joma
  • RealeMutua
  • Emirates
  • Dunlop
  • Algida
  • Valmora
  • FrecciaRossa
  • Ricoh
  • Pepperstone
  • Hologic
  • Eni
  • TicketOne
  • Herbalife
  • Emu
  • Technogym
  • Solgar
  • Moscato D’Asti
  • Kimbo
  • Heineken

Iscriviti alla nostra newsletter

Completa la procedura di registrazione

Letta e compresa l'Informativa Privacy, espressamente e liberamente

il trattamento dei miei dati personali per le finalità di cui al paragrafo 3.1, ivi comprese quelle relative all’invio di newsletter, comunicazioni commerciali, promozionali e di marketing diretto attraverso sistemi di contatto totalmente automatizzati (ferma restando la possibilità di manifestare in qualsiasi momento la volontà di ricevere comunicazioni per le suddette finalità esclusivamente attraverso modalità di contatto tradizionali).

il trattamento dei miei dati personali per le finalità di cui al paragrafo 3.2, ivi comprese quelle relative all’invio di newsletter, materiale pubblicitario e/o comunicazioni e informazioni di natura commerciale e di marketing indiretto su servizi e prodotti, relativi ad offerte, sconti e ogni altra iniziativa promozionale e di fidelizzazione adottata dai nostri partner commerciali attraverso sistemi di contatto totalmente automatizzati (ferma restando la possibilità di manifestare in qualsiasi momento la volontà di ricevere comunicazioni per le suddette finalità esclusivamente attraverso modalità di contatto tradizionali).

Annulla

Registrazione avvenuta con successo

Close