News
Report delle partite

Halep fermata dal polpaccio. Ok Swiatek e Barty. Svitolina, che fatica!

Questo contenuto è stato pubblicato 1 anno fa. Potrebbe essere riferito ad un’edizione passata degli Internazionali BNL d’Italia.

Karolina Pliskova è la prima vincitrice di giornata. La tennista ceca, testa di serie n. 9, si è imposta sulla lettone Anastasija Sevastova con il punteggio di 6-2 6-3 in appena un’ora e tredici minuti di gioco. Dopo il trionfo del 2019 e la finale dello scorso anno, la giocatrice di Louny ha dimostrato di gradire l’aria del Foro Italico. Con la vittoria arrivata sul Campo n. 1 diventano 11 i successi del suo magro 2021.

L’avversaria di Pliskova nel terzo turno degli Internazionali BNL d’Italia non sarà Petra Kvitova ma Vera Zvonareva. La russa, tornata a competere nel 2017 dopo oltre due anni di stop, ha fatto suo il match con la mancina di Bilovec in due ore e venticinque minuti: 6-4 3-6 6-4 lo score, figlio di una prestazione maiuscola da parte dell’ex numero 2 del mondo, alla quarta vittoria consecutiva dopo le due sfide di qualificazioni. L’ultimo precedente, alle WTA Finals del 2011, se lo era aggiudicato Kvitova: era il 25 ottobre del 2011. L’anno prima incrociarono la racchetta proprio sui campi in terra rossa del Foro Italico e anche nell’occasione per la tennista di Mosca non ci furono chances. Vera sta tornando, la top-100 è di nuovo lì a un passo.

Bagna al meglio l’esordio la numero 1 del mondo Ashleigh Barty, che sul Pietrangeli ha lasciato cinque giochi soltanto (6-4 6-1) alla kazaka Yaroslava Shvedova, ancora provata dalle fatiche del match con l’azzurra Martina Trevisan. Dopo una partenza stentata, frutto di uno scarso rendimento al servizio e di troppe imprecisioni, la prima forza del seeding ha messo il turbo ed è scappata via. Ad attenderla la russa Veronika Kudermetova, che ha regolato con un periodico 6-4 la francese Caroline Garcia: tra le due non ci sono precedenti.

Sorride anche Elina Svitolina. La due volte consecutive campionessa degli Internazionali BNL d’Italia (2017 e 2018) ha avuto la meglio della statunitense di origine russe Amanda Anisimova, superata in rimonta con lo score di 2-6 6-3 6-4. Partenza shock per la giocatrice ucraina, che dopo aver vinto i primi due game dell’incontro ha subito un parziale di 7-0. Toccato il fondo, la testa di serie n. 5 ha alzato la testa e dopo essere entrata in partita è riuscita ad imporre il suo tennis ricco di difese e repentini contrattacchi. A contenderle un posto nei quarti di finale sarà Garbine Muguruza, anche lei chiamata a tirarsi fuori da una situazione di punteggio tutt’altro che semplice con l’americana Bernarda Pera: 2-6 6-0 7-5 il punteggio in favore dell’ex numero 1 del ranking WTA, brava a recuperare da 1-4 nel terzo e decisivo set. 11 i precedenti, uno dei quali proprio a Roma, in semifinale. Nel 2017 Muguruza fu costretta a ritirarsi sotto 4-1 nel primo set. Oggi è pronta a prendersi la sua rivincita.

Roma 12 Maggio 2021 Internazionali BNL D’Italia 2021 Elina Svitolina Foto Giampiero Sposito

Una sfortunatissima Simona Halep è costretta a deporre la corona di regina di Roma dopo meno di un’ora di partita. La romena, avanti 6-1 3-3 nel match con Angelique Kerber, ha alzato bandiera bianca per un problema al polpaccio sinistro del quale nei prossimi giorni verrà valutata l’entità. L’ex numero 1 del mondo era totalmente in controllo quando un brusco movimento in risposta le è stato fatale. Dall’abbraccio tra Sonego e Mager all’immagine della tedesca che aiuta la propria avversaria caricandosi il borsone sulle spalle all’uscita dal campo: agli IBI continuano ad alternarsi lampi di classe a teneri momenti di empatia.

Naomi Osaka saluta subito gli Internazionali BNL d’Italia. La testa di serie n. 2, apparsa più che mai lenta, macchinosa e fuori condizione, si è arresa in due set alla statunitense Jessica Pegula dopo un’ora e mezza di partita (7-6 6-2). La sconfitta arrivata per mano di Karolina Muchova al secondo turno del Mutua Madrid Open, la scorsa settimana, aveva già fatto scattare più di un campanello d’allarme. Le incognite in viste del Roland Garros (torneo in cui la giapponese non è mai andata oltre il terzo turno) aumentano e coach Wim Fissette dovrà lavorare duro per andare a toccare le “corde” giuste. Pegula, intanto, si gode la vittoria più prestigiosa della sua carriera e si fa largo in una quarto di tabellone orfano anche di Serena Williams.

Montagne russe vertiginose quelle del primo match odierno andato in scena sul Campo n. 3. Protagoniste Cori Gauff e Maria Sakkari, con la greca costretta ad arrendersi al termine di un saliscendi da capogiro (6-1 1-6 6-1). La 17enne di Delray Beach, uscita sconfitta nei due precedenti con l’agguerrita avversaria, ha dominato nelle fasi iniziali e finali dell’incontro, lasciando spazio nel mezzo al vano tentativo di rimonta della numero 19 del ranking WTA. Dopo le quasi tre ore di battaglia con Yulia Putinsteva all’esordio ed i tre set disputati quest’oggi, la baby-prodigio del tennis a stelle strisce si prospetta un osso duro per tutte. Adesso la super sfida con Sabalenka, che dopo aver sofferto nel primo parziale ha battuto la spagnola Sara Sorribes Tormo (7-5 6-1).

La cura Schiavone funziona. Petra Martic, che ormai da diverse settimane collabora con la “leonessa” del tennis italiano (l’accordo le vede l’una al fianco dell’altra almeno sino allo Slam parigino), vince ancora. Dopo il positivo esordio con l’americana Shelby Rogers, la tennista di Spalato si è ripetuta nella sfida di secondo turno con Kristina Mladenovic, superata con il punteggio di 7-5 6-3. A Roma non si era mai spinta così avanti. La mano della vincitrice del Roland Garros 2010 inizia a farsi sentire. Sulla strada verso i quarti di finale c’è l’argentina Nadia Podoroska.

Petra Martic ascolta i consigli di Francesca Schiavone – Foto Fioriti

Buona la prima Iga Swiatek. La vincitrice dell’ultima edizione del Roland Garros, reduce dalla sconfitta con Barty nel terzo turno del torneo di Madrid, ha sconfitto Madison Keys con il punteggio di 7-5 6-1. Ottima partenza dell’americana, che dopo aver gettato alle ortiche tre set point consecutivi nel primo parziale ha subito il prepotente ritorno della 19enne polacca, sempre più a suo agio sulla terra battuta. L’avversaria nel match di terzo turno sarà la ceca Barbora Krejcikova, dominante (6-4 6-1) nella sfida con la numero 5 del mondo Sofia Kenin.

Leggi anche

Follow us

Official sponsor

  • BNL
  • BMW
  • Joma
  • RealeMutua
  • Emirates
  • Dunlop
  • Algida
  • Valmora
  • FrecciaRossa
  • Ricoh
  • Pepperstone
  • Hologic
  • Eni
  • TicketOne
  • Herbalife
  • Emu
  • Technogym
  • Solgar
  • Moscato D’Asti
  • Kimbo
  • Heineken

Iscriviti alla nostra newsletter

Completa la procedura di registrazione

Letta e compresa l'Informativa Privacy, espressamente e liberamente

il trattamento dei miei dati personali per le finalità di cui al paragrafo 3.1, ivi comprese quelle relative all’invio di newsletter, comunicazioni commerciali, promozionali e di marketing diretto attraverso sistemi di contatto totalmente automatizzati (ferma restando la possibilità di manifestare in qualsiasi momento la volontà di ricevere comunicazioni per le suddette finalità esclusivamente attraverso modalità di contatto tradizionali).

il trattamento dei miei dati personali per le finalità di cui al paragrafo 3.2, ivi comprese quelle relative all’invio di newsletter, materiale pubblicitario e/o comunicazioni e informazioni di natura commerciale e di marketing indiretto su servizi e prodotti, relativi ad offerte, sconti e ogni altra iniziativa promozionale e di fidelizzazione adottata dai nostri partner commerciali attraverso sistemi di contatto totalmente automatizzati (ferma restando la possibilità di manifestare in qualsiasi momento la volontà di ricevere comunicazioni per le suddette finalità esclusivamente attraverso modalità di contatto tradizionali).

Annulla

Registrazione avvenuta con successo

Close