DAY 6 – DELPO-DJOKO SOSPESA PER PIOGGIA
Verrà ripresa domani, secondo match sul Centrale

23.16 – Match cancellato, verrà ripreso domani non prima delle 13.30 come secondo match sul Centrale

22.46 – Match sospeso per pioggia sul 6-1 1-2 per Djokovic.

22.42 – Inizia a piovere  sul Centrale, Djokovic e del Potro continuano a giocare sull’1-1 nel secondo set.

22.31 – Djokovic sbaglia il più facile degli schiaffi al volo: due palle break per del Potro. La prima l’annulla con uno sventaglio di rovescio dal centro. La seconda l’annulla con un dritto lungolinea a rubare il tempo all’avversario. Riesce poi a tenere il servizio e ad agguantare il primo set per 6-1.

22.29 – Primo set in discesa, djokovic breakka nuovamente l’argentino. Ora serve per chiudere il parziale. 5-1

22.17 – E il serbo prende il controllo del set, breakka del Potro nel quarto game e poi tiene il servizio con un ace. 4-1 nel primo set

21.58 – Controbreak immediato del serbo, si ri-inizia da capo. 1-1

21.57 – Del Potro e Djokovic in campo. L’argentino inizia subito a pressare il serbo con il dritto, forzandone l’errore. Ed è break.

21.23 – Game Set and Match Muguruza! 6-2 3-6 6-2 su Venus Williams, affronterà in semifinale Elina Svitolina!

21.20 – Garbine Muguruza ha il break nel terzo set e si è garantita di servire per il match. Conduce 5-2

20.53 – V. Williams pareggia il conto dei set! Mantiene il break e porta la partita al terzo set. Punteggio di 6-2 3-6

20.44 – Venus ha alzato il livello del suo gioco e conduce sil secondo set, ha ottenuto il break nel sesto game. Punteggio di 5-2

20.17 – Garbine Muguruza ha chiuso il primo set col risultato di 6-2. Quando la spagnola aumenta il ritmo, la statunitense fatica e non tiene il passo.

20.11 – Anche Dominic Thiem ha parlato in conferenza stampa: “Oggi ho giocato molto aggressivo, perché sapevo che se volevo avere una chance, dovevo fare qualcosa di diverso ed essere più aggressivo. Oggi sentivo la palla particolarmente grande sulla racchetta e molti colpi rischiosi sono entrati. È stata una performance davvero buona e forse uno dei miei match migliori.”

Thiem ha già battuto Nadal sulla terra rossa di Buenos Aires, l’anno scorso, ma è sempre difficile riuscire a compiere tale impresa: “Battere Nadal sulla terra è un grande risultato. Con lui, anche se sei sopra un set ed un break non ti senti mai sicuro perché non ti concede nessun punto facile. Devi sempre chiudere il match, che è quello per cui ho avuto qualche problema oggi nei miei ultimi game al servizio. Lui non molla mai, il miglior lottatore nel tennis, specialmente sulla terra. Batterlo è una delle cose più difficili in assoluto.

Quest’anno Thiem ha fatto il salto tra i migliori, ad oggi è numero 3 della Race to London: “Quest’anno ho migliorato molto servizio e risposta. La percentuale di prime si è alzata e non servo poi così veloce, ma sempre intorno ai 200km/h e metto molte prime in campo. E vario molto di più la risposta.”

Dominic ha detto che il pubblico tifava entrambi, ma a noi è sembrato più dalla sua parte, per il tennis impareggiabile che ha mostrato: “Là fuori c’era una grande atmosfera, il pubblico tifava alla pari per tutti e due. Se fosse stata di parte per lui, lo avrei capito, con tutto quello che ha vinto. Ma mi è sembrato tifasse entrambi”

19.55 – Garbine Muguruza ha avuto una partenza stratosferica! Doppio break su Venus Williams, ed è già 4-0!

19.49 – Rafael Nadal ha analizzato il suo match e ha riconosciuto i meriti del rivale, Dominic Thiem: Cosa è andato storto nel match? Quello che è andato storto è che il mio avversario ha giocato molto bene. Posso solo congratularmi con lui, perché è stato migliore di me questo pomeriggio. Ha giocato bene in tutti gli aspetti. Bravo lui. Ha giocato profondo, aggressivo, colpendo la palla molto forte. Questo campo è il più piccolo di tutti quelli su terra, probabilmente, quindi aiuta il giocatore che ha un gran servizio e colpisce forte a trovare possibilità di fare vincenti. Lui lo ha fatto. Non ha sbagliato molto. Io in risposta non sono riuscito a tenerlo dietro. Lui aveva il controllo dei punti molte più volte di me. Questa è stata la chiave della partita.”

Ma è pur vero che Nadal ha giocato tre settimane di fila, tra Roma, Madrid e Barcellona, e può aver accusato la stancehzza: “Certamente, non ho giocato il mio match migliore, vero. Ho giocato molto in queste settimane: Madrid, Roma, Barcellona, tutto di seguito, giocando quasi tutti i giorni per le ultime quattro settimane. È normale che un giorno non ti senti al meglio, e se sei sfortunato il tuo avversario gioca in maniera incredibile. Domani sarò a Mallorca a pescare o a giocare a golf (ride).”

Rafa rimane comunque il favorito per il titolo a Parigi, che inizia tra una settimana: “Sono molto contento di come ho giocato in queste quattro settimane, e ora mi rimane il Roland Garros. Mi riposerò un poco, credo di meritarmelo, e lunedì o martedi inizierò ad allenarmi per Parigi. Per me è un torneo molto importante.”

19.17 – Alexander Zverev e John Isner i protagonisti di una delle semifinali di domani, i due frequentavano la stessa tennis academy, la Saddlebrook, in Florida:”Sono contento di essere nelle semifinali e di giocare con John domani, lo conosco molto bene, dai tempi della Saddlebrook tennis academy – ha detto il 20enne tedesco – Ci siamo allenati molte volte insieme durante l’offseason e facciamo molte cose insieme. Sarà un gran match. Sono eccitato, per tutti e due!”

Ancora adolescente infatti, Sascha si allenava con John: “Quando io avevo 14-15 anni, io e John ci allenavamo alla Saddlebrook. L’Accademia è sempre stata di grande supporto nei miei confronti. Mi permettevano di allenarmi con i professionisti sin da quando ero tennista junior.”

Anche John se ne ricorda, soprattutto perché Zverev gli aveva lasciato una buona impressione: “Mi allenavo con lui quando lui aveva 14 anni o 15. E pensavo: “Mio Dio! Questo ragazzo è bravo. È incredibile e colpisce la palla così bene!”. È emerso realmente due anni fa, ma l’anno scorso ha fatto un grande salto, e quest’anno ancora di più.”

Long John ha 32 anni, Zverev 20. Come è giocare con un ragazzino che sicuramente ha meno esperienza, più facile? “Non sento meno pressione perché lui è più giovane ed io ho più esperienza – ha detto Isner – Quando cresci e giochi tennis nel circuito junior, se avevo 12 anni e giochi contro un 14enne, sentivo davvero una grande differenza. Io avevo 12 anni e il 14enne è sicuramente più maturo. Adesso tutti sono estremamente maturi. Io ho esattamente 12 anni più di Sascha. Non mi capiterà di giocare con ragazzi così giovani quanto lui. Credo di avere l’esperienza dalla mia ma lui ha le gambe giovani dalla sua e l’atteggiamento incurante della gioventù. Ma a questo punto, quando giochi coi professionisti, l’età la butti dalla finestra. Per me domani sarà un grande match, non so quante altre semifinali come questa riuscirò a giocare, spero un altro paio, ma Sascha invece sarà su questi palchi per i successivi anni.”

18.44 – Elina Svitolina alla sua prima semifinale a Roma! Batte la numero 3 del mondo Karolina Pliskova rimontando un break nel secondo set col punteggio di 6-2 7-6(9) annullando tre set point! Affronterà Muguruza o Venus Williams in semifinale

18.05 – Game Set and Match Thiem, 6-4 6-3!  Nadal ha servito per rimanere nel match. Avanti 30-15, un rovescio potente di Thiem lo costringe alla stecca di dritto. Sul 30-30 Nadal spedisce lungo un rovescio. Al matchpoint Nadal spedisce largo un dritto a sventaglio. Roma ha il suo nuovo Re della Terra, ed è Dominic Thiem!

17.58 – Thiem compie doppio fallo sul 15-30 e regala a Nadal due palle break. Sulla prima un suo buon rovescio diagonale costringe Nadal all’errore, sulla reconda il servizio fa la maggior parte del lavoro ed il dritto a sventaglio chiude il punto. Nadal ottiene un’altra palla break con un dritto lungolinea in contropiede. Thiem l’annulla col servizio, forzando l’errore in risposta dell’avversario. Ancora il servizio procura a Thiem una palla game. Nel punto successivo Thiem martella il rovescio di Nadal finché questo non sbaglia. Importante game vinto, punteggio 5-3

17.52 – Thiem fa una controsmorzata, Nadal cerca il recupero lungo ma Thiem ci arriva e lo passa con un rovescio diagonale. Pubblico in visibilio che gli tributa un lungo applauso. Palla break per l’austriaco, che sul punto successivo gioca uno sventaglio di dritto incredibilmente potente che costringe Rafa ad accorciare: l’austriaco così può chiudere con il dritto diagonale. Break, 4-3 e servizio, per Thiem

17.42 – Elina Svitolina ha chiuso il primo set contro Karolina Pliskova per 6-2.

17.36 – Game importante vinto da Nadal. Lo spagnolo aveva commesso due errori, mandando Thiem 15-40, ma ha annullato con personalità le due palle break e grazie a due buone prime di servizio ha tenuto la battuta. 3-2 per Nadal senza break

17.04 – Questa volta è quella buona, Thiem serve e chiude il secondo set 6-4. Nadal sul primo dei due setpoint prova a chiudere col rovescio in lungolinea ma il colpo finisce il corridoio.

16.58 – Nadal rientra nel set. Thiem annulla tre palle breack ma poi alla quarta spedisce un rovescio a rete e permette allo spagnolo di accorciare nel risultato. 5-3 e servizio

16.50 – 6-3 6-3, Kiki Bertens è alla sua prima semifinale nel torneo di Roma, batte Daria Gavrilova, proveniente dalle qualificazioni. Al prossimo turno giocherà con Simona Halep

16.47 – Thiem impressionante. Non stacca un minuto di pressare Nadal, con potenza e profondità. Qualche errore gratuito ma fino ad adesso la sua tattica sta funzionando. È in vantaggio 5-1

16.40 – Thiem in continua pressione, tre errori di Nadal, due non forzati, lo portano 0-40. Sulla prima palla break sbaglia un passante lungolinea, la seconda è annullata da un servizio dello spagnolo, sulla terza però l’austriaco preme e mette Nadal alle corde. Doppio break e risultato sul 4-1 per Thiem

16.33 – Thiem fa la partenza da sogno, strappa il servizio a Nadal nel suo primo game di servizio. Il maiorchino costretto ad inseguire

16.03 – Kiki Bertens vince il primo set 6-3 su Daria Gavrilova, con break decisivo nel sesto gioco.

16.00 – Pochi minuti a Thiem-Nadal, rivincita della finale di Madrid. Ma quali sono i segreti dietro la racchetta dell’austriaco? Guardate il video qui sotto per scoprirlo!

15.42 – Il secondo set più facile del previsto. La stella #NextGen Alexander Zverev batte il massimo esponente di quella generazione che non è riuscita a spodestare i Fab 4, Milos Raonic, col punteggio di 7-6(4) 6-1. Zverev è alla prima semifinale in un Masters 1000 e se la vedrà con John Isner

15.40 – Zverev vola nel secondo set. Strappa due volte il servizio a Raonic e si porta a servire per il match contro Raonic 5-1.

15.15 – Alexander Zverev vince il primo set al tiebreak, dopo essere stato avanti due volte di un break nel primo set, sul 4-3 e sul 6-5, ma in tutti e due i casi è stato rimontato da Raonic. Il tedesco ha poi però chiuso il tiebreak 7-4

15.00 – La forma di Simona Halep è sembrata particolarmente strabiliante oggi, contro Kontaveit: “Credo che questa sia la mia performance migliore. Sono molto soddisfatta di poter continuare a vincere e a giocare al mio livello pià alto anche dopo aver vinto un titolo, non è semplice. Mi sento bene, ho giocato bene, ho avuto un bell’atteggiamento sul campo.”

La romena oltre ad aver giocato questa fantastica settimana, ha vinto il torneo di Madrid appena una settimana fa, due settimane ad alto livello: “Mi sento un pelo stanca ma è normale. Ogni giorno mi stanco di più, ma vincere mi tira su, mi tiene motivata.”

Al prossimo turno o Kiki Bertens o Daria Gavrilova. Indipendentemente dall’avversaria, Halep sembra aver già prenotato un posto in finale: “Quella di domani sarà una semifinale, ognuno cerca di dare il massimo e non hai nulla da perdere. Conosco bene le mie possibili avversarie. Ho giocato un paio di volte con Daria Gavrilova, anche l’anno scorso, qui. So che posso giocarmela. E contro Kiki Bertens, so che lei gioca differentemente: più piatto e potente. Quindi la dovrò far correre.”

14.50 – John Isner è il primo semifinalista degli Internazionali BNL d’Italia! Batte Marin Cilic vincendo due tiebreak 7-6(3) 2-6 7-6(2) in 2 ore e 37 minuti, giusto un minuto in meno del match più lungo del torneo, il secondo turno tra Carreno-Busta e Bautista-Agut. Ora Isner aspetta il vincente tra Raonic e Zverev

14.46 – Troppo presto, Raonic pareggia il conto dei break! Uno Zverev troppo falloso, che poi spedisce un dritto a lato e regala il controbreak all’avversario. Poi tiene il servizio ai vantaggi, 5-4

14.40 – Zverev è il primo a rompere gli equilibri! Nel settimo game si porta 15-40 e poi insiste sulla diagonale di rovescio, dove Raonic sbaglia un dritto a sventaglio, il suo colpo preferito, in rete. Il tedesco ruggisce e si porta a servire in vantaggio 4-3

13.55 – Zverev-Raonic inizia tra pochi minuti. Sfida tra la nuova generazione e la generazione di mezzo che non ha saputo scardinare i Fab Four dall’elite mondiale. Abbiamo beccato il tedesco che si allenava prima del match! Per tutti gli altri orari degli allenamenti, consultate la nostra app!

 

13.51 – Cilic ha strappato il servizio un’altra volta ad Isner ed ha chiuso il secondo set per 6-2. Nel primo set non ha mai avuto una palla break. Si va al terzo set

13.28 – Troppo forte questa Simona Halep per Anett Kontaveit. L’estone ha annullato due match point nel game finale ma la personalità della romena è stata troppo forte, ha chiuso il match 6-2 6-4. In semifinale Bertens o Gavrilova

13.17 – A sorpresa, Cilic breakka Isner all’inizio del secondo set. Il croato si porta 15-40, sbaglia un dritto a lato ma poi conquista il punto successivo e ora conduce 3-0 nel secondo set.
Kontaveit ha una chance per tornare in partita, ma Halep annulla la palla break. Kontaveit nel punto successivo sbaglia una facile veronica e poi cade rovinosamente inciampando nel punto successivo, consegnando il game all’avversaria. 5-3

13.07 – Isner chiude il tiebreak del primo set 7-3.
Kontaveit cerca di rientrare in partita, strappa il servizio ad Halep che rimane in vantaggio di un break, 4-2.

13.03 – Si cambia campo sul 4-2 per Isner, lo statunitense ha un minibreak su Cilic.
Halep si avvia alla chiusura del match, ha un doppio break su Kontaveit. 4-1 e servizio

12.59 – Per la sorpresa di nessuno, Isner e Cilic vanno al tiebreak nel primo set. Nessun break ma Isner ha dovuto fronteggiare una palla break nell’ottavo game.

12.48 – Canovaccio fin troppo chiaro al momento. Halep breakka anche nel game inizia del secondo set, Kontaveit deve alzare molto il livello se vuole reggere gli scambi e girare la partita

12.41 – Halep troppo forte al momento. Non concede nulla all’avversaria e chiude il primo set 6-2 senza concedere palla del controbreak.

12.37 – Kontaveit annulla due setpoint ad Halep e tiene la battuta. Il coach le dice di controllarsi, mentre al cambio campo Halep servirà per il set, sopra 5-2

12.28 – Stop volley magnifica, Cilic tiene il servizio dopo una serie di punti ai vantaggi. Partita sul 2-2 senza break, con Inser

12.20 – La partita ora sì che è iniziata. Kontaveit si è scossa e con lei il pubblico del Centrale. La tensione e l’intensità degli scambi sale. L’estone riesce a strappare il servizio alla romena ma poi lo perde di nuovo nel game successivo. Ma la partita ora è molto più aperta, sul piano degli scambi. 4-1 Halep

12.15 – Non esattamente la partenza che si aspettava? O per il nervosismo o per la pressione che Halep mette con i suoi colpi, Anett Kontaveit sbaglia troppo e concede già due break alla romena che ora conduce 3-0 e servizio il primo set.

11.50 – Oggi iniziamo con un’ora di “ritardo” rispetto al solito. Centrale, NextGen, Pietrangeli a partire dalle 12.00 e Campo 1 a partire dalle 13.00, con l’azione dei singolari e dei doppi. Giornata di sole resa ancora più splendente da un annuncio dell’ultima ora: Flavia Pennetta ha dato alla luce il piccolo Federico! I nostri auguri alla coppia Fognini e Pennetta, sperando di vedere il piccoletto presto sui campi del Foro Italico!

https://twitter.com/flavia_pennetta/status/865442397253234688

Ma torniamo a noi: oggi si giocheranno i quarti di finale!

SUL CENTRALE (inizio ore 12.00):

Anett Kontaveit vs Simona Halep – Halep è la favorita e conduce gli scontri diretti 1-0. L’ultimo però era sul cemento, anche se nel 2017. Ma Kontaveit vive un momento magico, arriva dalle qualificazioni e non vuole smettere di sognare.
Alexander Zverev vs Milos Raonic (n.p. delle 14.00) – #NextGen contro #LostGen. Milos Raonic fa parte di quei tennisti che dovevano dominare il circuito e che poi si sono persi per strada. Zverev vincendo metterebbe il sigillo al sorpasso della generazione più giovane su quella di mezzo.
Dominic Thiem vs Rafael Nadal (n.p. delle 16.00) – Finale a Madrid, quarto di finale a Roma. Questo è Thiem-Nadal, il match tra i due protagonisti di questa stagione su terra rossa. Spettacolo assicurato
Venus Williams vs Garbine Muguruza (n.p. delle 19.30) – Venus ha vinto le ultime tre partite… sul cemento. Dominio invece di Garbine sulla terra: 2 scontri su 2 vinti. Ma questa Venus è ancora pronta a sorprendere il Foro. Un’unica certezza. Scambi potenti.
Juan Martin del Potro vs Novak Djokovic (n.p. delle 21.00) -” Quando il djoko si fa duro” come titoliamo nel nostro gazzettino. Ma, seriamente, Djokovic deve dimostrare di essere di nuovo il numero due del mondo, e questa prova è la più difficile: Delpo sta facendo impazzire il Foro ed i suoi avversari con il suo dritto. Un favorito non c’è, per questo non potete perdervi questo match.

SULLA NEXTGEN ARENA (dalle 12.00):

John Isner vs Marin Cilic – 2,08m contro 1,98m. Terra dei giganti. Isner on fire ha battuto Wawrinka lo scorso turno ma Cilic parte da favorito. L’ultimo match su terra l’ha vinto Cilic, in due tiebreak, a Madrid 2012. Aspettatevi una partita con pochi break ma molta tensione.
Kiki Bertens vs Daria Gavrilova (n.p. delle 14.30) – Loro sì che sanno come giocare sulla terra. Bertens è semifinalista allo scorso Roland Garros, mentre Gavrilova spera di ripetere la magica corsa che l’ha portata dalle qualificazioni alle semifinali qui nel 2015. Secondo noi il terzo set è scontato.
Elina Svitolina vs Karolina Pliskova (n.p. delle 16:30) – Non sarà facile per Elina, che qui non è mai arrivata così avanti, contro la numero 2 del mondo, Pliskova (n°3 se contiamo Serena Williams, incinta), che sorprendentemente sta trovando il suo ritmo sulla terra. Ieri ha sommerso Bacsinszky di vincenti ed ace. Come se la caverà con un’avversaria del calibro della ucraina?

Vi segnialiamo anche il match delle ultime italiane rimaste in gara: Sara Errani e Martina Trevisan giocheranno il loro match di doppio con Sania Mirza e Yaroslava Shvedova sul Campo 1 dalle 13.30 circa. La coppia italiana ieri ha recuperato sotto di un set e 2-6 2-5 0-30 per arrivare a vincere il match contro Konta e Siegemun con il punteggio di 2-6 7-6(5) 10-7.